VENERE / ADONE e TARZAN RAGAZZO SELVAGGIO

Week-end di spettacoli per tutte le età al Teatro Kismet In scena due coproduzioni Teatri di Bari

giovedì 02 Dicembre 2021

La scoperta della propria identità che ricalca un celebre poemetto di Shakespeare. Il racconto delle origini del più famoso ‘uomo della giungla’, eroe esotico amato da grandi e piccini. Danilo Giuva, partendo dalla celebre opera del drammaturgo inglese, incentra la pièce di cui è interprete su fatti d’amore, sulla natura e sull’incapacità di stare con disinvoltura nel proprio. Un lavoro che «Parla, dunque, anche di omosessualità – spiega Giuva - Ho voluto parlarne non riferendomi allo status sociale, ma al cortocircuito tutto personale dei primi momenti, alla difficoltà di spiegarsi, alla fatica della lotta interna, all’incompiutezza, appunto, che caratterizza la maggior parte dei primi amori vissuti in questa condizione, al desiderio che resta quasi sempre inespresso, nelle prime battute, per la natura della condizione in cui nascono». Domenica 5 dicembre ci spostiamo invece alle ore 18 nei meandri della giungla tropicale per riscoprire la storia di Tarzan ragazzo selvaggio . Dopo il successo di Zanna Bianca Luigi D’Elia e Francesco Niccolini tornano a confrontarsi con un capolavoro ‘selvaggio’ della letteratura nel nuovo appuntamento della Stagione Famiglie a teatro del Kismet. Tarzan ragazzo selvaggio si libera della tradizione hollywoodiana, non ci sono alligatori uccisi dopo lunghe e pericolose nuotate, Cita – meglio dirselo subito – non esiste, e il rapporto con Jane è molto più complicato: la base del racconto teatrale è Tarzan of the Apes di Edgar Rice Burroughs.

Due spettacoli che riportano a teatro il concetto di esotico e di ignoto, che avvicinano gli spettatori di tutte le età ad un mondo ferale e sempre vivo. Tutto questo solo al Teatro Kismet.

Matteo Pizzo

TAGS: Teatro | Teatro Kismet | Teatri Bari | Tarzan | Venere | ControRadio Bari

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie