IL BARI RIPARTE CON LA VIBONESE

RISOLVONO ANTENUCCI E BOTTA

domenica 14 Novembre 2021

IL BARI RIPARTE CON LA VIBONESE

Ripartenza Bari. Successo di misura contro la Vibonese fanalino di coda. Fa tutto Antenucci.  Alla mezz’ora si invola palla al piede e manda in gol Botta lestissimo a sbucare da destra infilando il portiere. Poi firma personalmente il raddoppio trasformando in pieno recupero (95') un calcio di rigore per un fallo in area su Paponi. Il Bari continua la sua corsa in testa alla classifica mantenendo a debita distanza di quattro punti gli inseguitori Monopoli e Palermo. Più staccato il Catanzaro impegnato  domani sera nel posticipo con la Turris. 

«Eravamo poco liberi mentalmente- spiega Mignani- mentre nella ripresa ci siamo sciolti. Infatti nel secondo tempo abbiamo fatto una buona mezzora, ma dovevamo chiuderla. Negli ultimi dieci minuti abbiamo gestito male la palla. In generale, però, abbiamo concesso poco alla Vibonese, se non qualche rimpallo e azione su palla inattiva. Mi aspettavo di più dai miei, questo sì, soprattutto nelle ripartenze. In certi momenti, però, se non sei con la testa fai più fatica. Sotto l'aspetto della predisposizione a giocare non siamo mancati, mentre abbiamo sbagliato qualche uno contro uno nelle ripartenze. Nel primo tempo abbiamo giocato troppo lenti, sbagliando tante palle in uscita». 

Poi si sofferma sui singoli. «Per me non esiste un caso D’Errico. Quando ritengo che uno sia meglio di un altro, lo metto in campo. Avvolte le azzecchi, altre le sbagli. Antenucci è stato in panchina a lungo, Paponi non ha mai giocato. Dal mio punto di vista non esistono casi. Con D'Errico ci parlo e lo stimolo. Mi aspetto segnali positivi. Oggi Celiento ha fatto una grandissima partita, Di Gennaro giocava per la prima volta dall’inizio ma ha lavorato bene. Ogni tanto si apriva, certe volte lo ha fatto bene, in altre siamo andati a chiuderci. Però abbiamo sbagliato troppe palle. Nel finale mi sono piaciuti tanto gli attaccanti che si sono abbassati tanto per aiutare gli altri reparti». 

 

 

 

Miriam De Marco

TAGS: sscbari | seriec | legapro | controradiobari | controweb

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie