INAUGURAZIONE DEL NUOVO FRONTE DELLA STAZIONE SULL’EXTRAMURALE CAPRUZZI

SINDACO DECARO "opera di ricucitura fisica tra queste due parti della città che la presenza dei binari ferroviari nel tempo separava"

venerdì 16 Luglio 2021

Nata nel 1864, da oggi 16 Luglio 2021 la stazione centrale di Bari prosegue il suo percorso di modernizzazione motivata e monitorata in termini di funzionalità, accessibilità e sostenibilità.

Inaugurata questa mattina l’area a tre livelli che conta una superficie complessiva di oltre 3 mila mq, opera resa possibile grazie ad un investimento complessivo di 11,4 milioni di euro ed ulteriori fondi per 6,9 milioni di euro che entro il 2024 consentiranno la realizzazione del nuovo terminal bus, progetto che renderà più agevole, efficiente e capillare il transito di pendolari e turisti. Eccoli qua dunque i numeri del nuovo look di cui la stazione ferroviaria di Bari Centrale si orna, inaugurazione tenutasi alla presenza del Sindaco di Bari Antonio Decaro, del Presidente di Regione Michele Emiliano, del ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini e dell’amministratrice delegata e direttrice generale di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) Vera Fiorani.

“La stazione ferroviaria di Bari oggi si presenta con una nuova veste - ha dichiarato il sindaco di Bari - più funzionale, più moderna e più accogliente nei confronti delle migliaia di passeggeri che l’attraversano tutti i giorni. L’inaugurazione ufficiale di questa nuova struttura rappresenta un momento particolarmente importante per la città che coincide con la fase di ripresa economica e sociale di Bari e dell’intera regione.

Questo luogo, a partire da oggi, si caratterizza ancor più come nodo di scambio dal punto di vista trasportistico e intermodale, un punto di scambio interoperabile dove treni di diverse società ferroviarie possono utilizzare binari di proprietà di altre aziende. Inoltre, grazie a questo intervento la stazione diventa finalmente un luogo di congiunzione tra la Bari storica e quella moderna, identificata da sempre dai baresi per il fatto di essersi sviluppata oltre la ferrovia ai tempi del boom economico.

Quella che per decenni è stata vissuta come una frattura dal punto di vista urbanistico, si trasforma quindi in una cerniera che lega il quartiere Murat e i quartieri Carrassi e San Pasquale. Speriamo, con i prossimi interventi in programma e grazie all’impiego delle risorse del Pnrr, di riuscire quanto prima a completare l’opera di ricucitura fisica tra queste due parti della città che la presenza dei binari ferroviari nel tempo separava.

Oggi, peraltro, siamo molto contenti di aver ricevuto la conferma da Grandi Stazioni del completamento della progettazione del nuovo Terminal bus, finanziato per quasi 7 milioni di euro, che sarà realizzato nell’area dell’ex zona “squadra rialzo”, liberando finalmente via Capruzzi dall’incontro degli autobus extraurbani, che hanno sempre avuto una postazione provvisoria”.

Il nuovo corpo di fabbrica della stazione si affaccia su via Capruzzi e diventa così il secondo ampio ingresso della stazione, i oltre la sua apertura arricchisce l’hub ferroviario barese di nuove ed efficaci funzioni al servizio di passeggeri e cittadini, grazie anche alla concomitante riapertura del sottopasso centrale (rosso).

L’edificio, lungo 140 metri e caratterizzato da una facciata a vetri, ospiterà al piano terra una sala d’attesa con biglietteria self service e cinque locali commerciali, mentre il primo e il secondo piano saranno riservati agli uffici.

Gli interventi, cofinanziati dal ministero delle Infrastrutture e Mobilità sostenibili, sono stati realizzati da Grandi Stazioni Rail, società controllata da RFI (Gruppo FS Italiane).

Stefania Tursi

TAGS: INAUGURAZIONE STAZIONE FERROVIARIA | sindaco de caro | governatore emiliano | controradio bari

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie