TRA LE OPERE INSERITE NEL RECOVERY PLAN IL PARCO COSTIERO A SUD-EST DI BARI

Il Sindaco “un’opera che cambierà definitivamente l'immagine della città”

lunedì 26 Aprile 2021

Nel bene e nel male, la colpa si sa, è sempre di Decaro, eppure il progetto di riqualificazione delle aree che interessano i quartieri di Japigia, Madonnella e San Giorgio, è un progetto che rende tangibile quella lontana ed infervorata ambizione di trasformare il mare di Bari da discarica a cielo aperto a solido potenziale di crescita.

Appena accolta la notizia, Antonio Decaro infatti racconta “Quando decisi di candidarmi a sindaco per la prima volta, dichiarai che avremmo puntato tutto sul rapporto tra la città e il mare. Promisi ai miei concittadini che quel tratto di costa avrebbe rappresentato la nostra vera sfida e che, viste le dimensioni e la complessità dell’intervento, ci saremmo posti l’obiettivo di avviare almeno la progettazione della sua riqualificazione.” Cosa che l’amministrazione ha realmente fatto, istituendo pochi anni fa il CONCORSO INTERNAZIONALE DI IDEE “Bari Costasud” che appunto richiedeva di cimentarsi in progetti di riqualificazione dell’area costiera che va da Torre Quetta a San Giorgio, spingendosi anche ad Est e dunque inglobare nei progetti i quartieri di Madonnella e di Japigia. Ad aggiudicarsi il primo posto del bando vinse l'integrazione tra paesaggio e spazio urbano mediante il connubio di aree green e paesaggio agricolo, ovvero il progetto del team di Nicolò Privileggio, docente del Politecnico di Milano.

Ebbene “oggi – prosegue il Sindaco Decaro - abbiamo fatto un passo in più ottenendo il finanziamento: abbiamo dato a quell’obiettivo una data, il 2026, anno in cui le opere finanziate dal Recovery dovrebbero essere terminate.”

Il Comune di Bari ha così colto l’occasione, offerta dalla misura nazionale, per candidare il rinomato progetto nel fondo di ripresa Europeo, facendo in modo che per l’opera, a totale realizzazione pubblica, venissero così investiti 75 milioni di euro.

“Non si tratta solo di un intervento strategico di rilevanza metropolitana, unico nel suo genere per dimensioni e impatti sul territorio, - aggiunge Decaro - ma di un’opera che cambierà definitivamente l'immagine della città di Bari per come l’abbiamo conosciuta fino ad oggi. Parliamo di un pezzo di storia nuova che stiamo scrivendo e che vede in questo finanziamento il suo primo capitolo, quello che può ufficialmente dare il via all’intero racconto.”

Questa grande opera, dunque mira innanzitutto a ricostruire una relazione forte tra il mare e l'entroterra, che forse non è mai esistita se non in tempi antichi e in termini molto differenti, ma che appare oggi portatrice di grandi potenzialità di sviluppo sostenibile in termini ambientali, economici e sociali.

L’auspicio è che questo, come altri progetti in corso d’opera, diano supporto e valore ad aree sempre più estese della città di Bari, valorizzando ogni singolo ambito di una piccola metropoli che di pari passo alla sua comunità non perda mai la voglia di crescere e di migliorarsi.

Stefania Tursi

TAGS: recovery plan | 75 milioni | parco costiero | cultura turismo ambiente | comune di bari | sindaco decaro | bando bari costasud | controradio bari

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie