Giordano Criscuolo ritorna in libreria con delle fiabe sorprendenti

In uscita il 25 aprile il libro

giovedì 08 Aprile 2021

E’ in uscito il 25 aprile il nuovo libro di Giordano Criscuolo intitolato “"Fiabe Sorprendenti per Principesse e Disobbedenti"

Giordano Criscuolo è uno scrittore e silente cantautore, fondatore di Eretica Edizioni nel 2014. Egli ha scritto diversi romanzi: Le parole che non scrivo (2005), Come su un solco di Morrison Hotel (2009), 1000 anni con Elide (2010), All’aurora sulle stelle e altre storie del sottosuolo (2011) e Il meraviglioso vinile di Penny Lane (2015).                                                                                       

Giordano Criscuolo nella stesura delle sue fiabe dice di essere stato ispirato dai suoi figli, con i quali ha trascorso molto tempo in casa. Queste storie un po’ sono venute fuori da sole come “Pier BrumBrum e Giorgia Boom!”, un po’ sono nate proprio dai desideri dei suoi stessi figli. Queste erano sostanzialmente delle storie orali che Criscuolo ha visto difficile trascriverle su carta ma che, grazie ad una vecchia macchina da scrivere, è riuscito a raccontarle e a scriverle così come le raccontava ai suoi figli. Ed è stato anche grazie a quest’ultima che Criscuolo è riuscito a favoleggiare. In più la prima parola che scriveva rimaneva quella ed era anche quella giusta, a differenza di una pagina word, sulla quale le parole si possono cancellare e riscrivere all’infinito.

Criscuolo ha riletto tantissime volte ciò che aveva scritto cercando di semplificare il più possibile la struttura e gli avvenimenti; facendo riferimento alle parole di Picasso “Ho impiegato una vita per imparare a dipingere come un bambino”.

Criscuolo ha spaziato nelle sue fiabe con delle filastrocche, genere a lui più vicino.

Diversi autori hanno influito sul suo lavoro, dai quali egli ha tratto ispirazione per le sue storie; come ad esempio Rodolfo Cimino, storico sceneggiatore del fumetto Disney italiano e ancora, per le filastrocche, Gianni Rodari.

Criscuolo scrive diverse fiabe che hanno come protagoniste delle regine cattive ma, su richiesta di sua figlia Nicole, s’imbatte in una storia che vede protagonisti due re buoni: "Dolcemiele”, “Desideria" e la "Chiromante” che sono figlie dei classici e di Walt Disney. Successivamente Criscuolo scrive “Acquamarina” che presto fu scordata fino a quando i bambini la rammentarono e gliela chiesero. Criscuolo però aveva oramai dimenticato quella storia e si vide costretto a reinventarla daccapo. “Zafferana e Nonna Camomilla” è una fiaba che Criscuolo vede più sua in quanto utilizza e mette in luce colori, immagini, odori e sensazioni a lui vicini; ed è infatti una delle fiabe che lo fa emozionare ogni volta che la legge.

Criscuolo inoltre afferma che “Ogni bimbo ha diritto a una fiaba e a una filastrocca”.

Hanno contribuito alle illustrazioni di queste storie Federica Di Tizio e Tiziana Ricci.

 

Erica Triggiani

TAGS: Libro Fiabe Giordano Criscuolo ControRadioBari Bari

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie