BORRACCINO, TECNOLOGIA 5G: PUBBLICATO RAPPORTO ARPA PUGLIA

CI SI PREPARA ALLA “RIVOLUZIONE DEL 5G”

martedì 12 Maggio 2020

Nota dell’assessore Borraccino: “Pubblicato nei giorni scorsi il rapporto sulla tecnologia 5G da parte dell’Arpa Puglia.

La “quinta generazione” è la tecnologia di connessione che utilizzeremo con i nostri smartphone ma anche con tanti dispositivi wireless, come elettrodomestici, auto, semafori, apparecchiature mediche.

Una delle caratteristiche principali di questa rete è la possibilità di molte connessioni contemporaneamente, con una velocità molto più elevata.

Tale tecnologia consentirà prestazioni superiori in termini di risposta al comando dato all’oggetto connesso. Ad esempio, se pensiamo alle auto connesse e al tempo di ricezione del comando di fermarsi avremo una notevole riduzione del tempo di risposta che scenderà a 1-10 millisecondi rispetto al vecchio 4G.

Il fatto che gran parte del lavoro, nelle reti 5G, sia fatto dal sistema di antenne e non dall'hardware dello smartphone, potrebbe anche comportare un notevole risparmio energetico, con una maggiore durata delle batterie dei device.

Inoltre, la possibilità di rischi per la salute a lungo termine, connessi alle esposizioni ai campi elettromagnetici a radiofrequenza a livelli inferiori a quelli raccomandati dagli standard internazionali di protezione, è stata, e continua ad essere, oggetto di numerosissimi studi scientifici, sia di tipo osservazionale direttamente sugli esseri umani, sia di tipo sperimentale su animali in vivo e su cellule in vitro.

In particolare, tra le altre, anche l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) ha valutato i campi elettromagnetici a radiofrequenza emessi dai vari dispositivi ed ha concluso che gli studi esaminati non supportano l’ipotesi di cancerogenicità dei campi elettromagnetici.

Tuttavia è importante monitorare i livelli d’esposizione e far proseguire le ricerche sui possibili effetti a lungo termine, come del resto avviene per le attuali tecnologie di telefonia mobile.

A tal proposito, Arpa conferma che questa nuova tecnologia ha già dei protocolli per le installazioni che si basano su accertamenti strumentali e controlli preventivi della misurazione dei campi elettrici. L'iter autorizzativo per gli impianti che utilizzano il 5G è lo stesso previsto per l'installazione di qualsiasi nuovo impianto esistente e deve rispettare i parametri previsti dal 4G.

Quindi in base alle attuali conoscenze la tecnologia trasmissiva non cambia e non comporterebbe diversi impatti sulla salute della popolazione esposta.

Alessia Lemma

TAGS: Tecnologia 5G | Arpa Puglia | Assessore Borraccino | Controradio Bari

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie