PRESENTATA LA STAGIONE COMUNALE DI PROSA 2019/20

DA DICEMBRE IL TEATRO PICCINNI TORNA ALLA CITTÀ

mercoledì 24 Luglio 2019

Ieri mattina 23 luglio 2019 è stato presentato nella sala giunta di Palazzo di Città, il cartellone della nuova stagione comunale di prosa e danza a cura del TPP e dell’assessorato comunale alle Culture che, dopo nove anni, tornerà ad essere ospitata nel Teatro Piccinni. Alla conferenza stampa sono intervenuti il sindaco Antonio Decaro, l’assessora alle Culture Ines Pierucci, il presidente del Teatro Pubblico Pugliese Giuseppe D’Urso e la responsabile delle attività teatrali del Teatro Pubblico Pugliese Giulia Delli Santi.
“Ci tenevo molto ad essere presente a questo incontro - ha detto Antonio Decaro - perché questa è anche l’occasione per comunicare ufficialmente la riapertura del teatro comunale “Niccolò  Piccinni”. Tutto avrà inizio da metà dicembre quando la prosa ritroverà la sua casa nativa in cui tutto ha avuto inizio, però si sta lavorando per riaprire il teatro già il 6 dicembre, giorno di San Nicola; i lavori sono terminati però mancano le autorizzazioni finali.
Il teatro Piccinni è il teatro della città perché è stato attraversato da tutta la nostra storia e per la sua riapertura c’è una grande aspettativa che accumuna tutti noi.Il piano terra del Piccinni  verrà aperto ad ottobre e, dopo qualche mese, sarà la volta dei piani superiori dove sono previste le sale espositive e la galleria.
Una novità importante sarà rappresentata anche dalle sei residenze per artisti che potranno venire a Bari per le loro performance e, magari, lasciare alcune opere a disposizione della città. Sempre ad ottobre dovremmo completare il Museo archeologico, pertanto d’ora in avanti la sfida principale sarà pensare a come riempire i contenitori di programmi di qualità.
Gli appuntamenti, oltre che al Piccinni, si terranno al Granteatrino, per un evento speciale dedicato alle famiglie, all’Abeliano, al Kismet e al Petruzzelli(teatri chi ci hanno aiutato a gestire la programmazione culturali in questi anni) per continuare a valorizzare le strutture che negli scorsi anni hanno accolto la prosa comunale.
Con  Francesco Carofiglio realizzeremo un percorso di drammaturgia condivisa dal basso, nelle periferie cittadine, per formare il pubblico alla fruizione del teatro.
In cartellone tre esclusive ragionali - “Madre Courage”, “Skianto” e “Poyo Rojo” - e, in prima nazionale, il debutto del Gabbiano “Chayka” di Licia Lanera, un’artista straordinaria.
Fuori abbonamento altri appuntamenti importanti con Pif impegnato in un testo di Piccolo e “La nave dolce”, uno spettacolo che ricorda l’arrivo della Vlora nel porto di Bari nel ‘91.
L’impegno di questa amministrazione sarà condividere la programmazione culturale con le scuole e le diverse realtà territoriali.
Grande attenzione nella stagione è riservata alle novità internazionali, come “Amadeus”, per la regia di Konchalovsky, oppure Un Poyo Rojo, due performativi incredibili che mettono in scena con ironia il corpo e l’amore. La penna di Mattia Torre,per Geppi Cucciari; da sottolineare anche l’attenzione alle regie teatrali, una fra tutte cito Leo Muscato, originario di Martina Franca e ora apprezzato in molti teatri lirici italiani; il ritorno di Ferdinando, di Silvio Orlando, di Pippo Delbono , ancora una volta con uno spettacolo pensato e dedicato per e ad uno dei suoi attori (Bobò, forse uno degli attori più intimamente legato al regista, incontrato 22 anni fa nel manicomio di Aversa, sordomuto e analfabeta).
Questa stagione straordinaria qui descritta, ha già portato a 600 abbonati. Il Teatro Piccini è diventato un luogo del cuore per i cittadini, un momento di condivisione di sentimenti e cosi facendo ha affermato il valore educativo della cultura teatrale.

 

Maria Luisa De Sessa

TAGS: teatro piccinni | prosa | controradio bari

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie