CARLOS REYGADAS AL CINEPORTO DI BARI

PROIETTATO “NUESTRO TIEMPO”, IN CONCORSO ALL’ULTIMA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA

giovedì 04 Luglio 2019

Continua l’ottava edizione della rassegna di cinema internazionale “Registi fuori dagli sche[r]mi”, con la proiezione di “Nuestro Tiempo” del regista messicano Carlos Reygadas.

 

Il film, dopo il Festival di Venezia e quello di Oslo, sarà proiettato per la prima volta in Europa domani, giovedì 4 luglio alle 20.30 al Cineporto di Bari (ingresso libero fino a esaurimento posti). A dialogare con il regista ci saranno Cristina Piccino (Il Manifesto) e il direttore artistico della rassegna e della rivista Uzak.it, Luigi Abiusi.

 

Carlos Reygadas, già autore di film divenuti di culto tra cui ultimamente “Luz Silenciosa” (gram premio della giuria a Cannes) e “Post Tenebras Lux” (miglior regia a Cannes 2012), è il regista dei sentimenti forti e del modo irruento e poetico in cui essi vengono espressi, soprattutto nei momenti culminanti, catturando attraverso la macchina da presa l’essenza dell’essere. Tutto ciò all'interno di un'ambientazione e un contesto sociale che, per Reygadas, insieme al sesso, sono gli elementi che maggiormente influenzano l'uomo.

Carlos Reygadas è maestro della luce nelle sue declinazioni umbratili, tramontanti, che illumina un mondo ruvido, reticente e misterioso, dietro cui qualcosa come una metafisica anela ad esprimersi.

 

“Nuestro tiempo”, ambientato nelle distese sconfinate del Messico, è la storia di Juan (interpretato dallo stesso regista), poeta di fama internazionale, nonché allevatore di tori da combattimento e corride. Con lui vivono la moglie Ester (Natalia Lopez) e i figli. Lei si invaghisce di Phil, un addestratore di cavalli. Questa relazione extraconiugale porterà scompiglio nella coppia fino a rimettere in discussione il loro equilibrio.

Il film è allora una storia d’amore iper-contemporaneo con i suoi travagli, le sue estasi, le sue lacerazioni che vede allo stesso tempo emergere qualcosa di antico, ancestrale, che riguarda i rapporti tra gli esseri, il destino di attrazione magnetica e seperazione che si svolge tra di essi.

 

“Registi fuori dagli scheRmi” è prodotto da Apulia Film Commission e finanziato da Regione Puglia e Unione Europea attraverso il Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC) 2007-2013 e del P.O.R. Puglia 2014-2020 – Asse VI Obiettivo Tematico 6.7.”

Redazione Controradio

TAGS: Cineporto | registi fuori dagli schermi | Controradio Bari

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie