Premiate le bandiere blu

La Guida di Legambiente e Touring Club Italiano

giovedì 13 Giugno 2019

La nostra regione Puglia  si conferma terza dopo la Sardegna e Sicilia. Il Salento  con i Comuni di Nardò, Gallipoli, Porto Cesareo e Racale rimane sempre in pole-position.

Si riconfermano i comprensori  turistici della Costa del Parco Agrario degli Ulivi Secolari e dell’Alto Salento Adriatico Pulsano e Vernole le new entry tra le località costiere tra  le località più belle ricordiamo Polignano a Mare, Fasano, Monopoli, Ostuni e Carovigno.

Località turistiche attente all’ambiente, dove trascorrere una vacanza all’insegna di natura e acqua pulita, ma anche eccellenze enogastronomiche, itinerari luoghi d’arte.

Quest’anno la Puglia si conferma, per numero di vele, al terzo posto nella classifica delle regioni dopo Sardegna e Sicilia. In totale sono 12 i comprensori pugliesi che rientrano nella Guida Blu 2019: oltre a quelli premiati con le 5 vele, ve ne sono 4 a 4 vele, Basso Salento Adriatico (che comprende Castro, Andrano, Diso, Tricase e Santa Cesarea Terme), Gargano Sud (Mattinata, Vieste, Monte Sant’Angelo), Litorale Tarantino Orientale (Manduria, Maruggio e Pulsano), Isole Tremiti; 4 a 3 vele ovvero Basso Salento Ionico (Salve, Ugento), Capo di Leuca (Patù, Castrignano del Capo, Gagliano del Capo), Gargano Nord (Chieuti, Lesina, Peschici, Sannicandro Garganico, Ischitella, Rodi Garganico, Vico del Gargano) e Golfo di Taranto (Ginosa e Castellaneta); 1 a 2 vele Costa della Puglia Imperiale (Margherita di Savoia, Giovinazzo, Trani, Bisceglie).

I dati pugliesi della guida Il mare più bello 2019 sono stati presentati in conferenza stampa, ieri  12 giugno a Bari, da Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia, alla presenza di Loredana Capone, Assessore al Turismo della Regione Puglia, Domenico Vitto, presidente Anci Puglia, e dei sindaci dei Comuni ricadenti nei comprensori turistici premiati con le “5 vele”. Quest’anno è  stata adottata l’iniziativa  “Comuni Plastic Free”, che indica quelle Amministrazioni che hanno adottato misure per ridurre l’uso della plastica monouso nel proprio territorio. A tal proposito si ricorda l’iniziativa della Regione Puglia che bandisce la plastica monouso su tutti i suoi lidi.

Bari e Brindisi vantano un paesaggio rurale che si estende dalla collina al mare, che comprende borghi dalla calce bianca tra oliveti monumentali ed elementi naturalistici e storici di pregio tra cui la via Traiana, masserie storiche fortificate e due parchi naturali, ossia l’Area Marina Protetta di Torre Guaceto e il Parco Naturale Regionale Dune Costiere. Le Amministrazioni hanno puntato su una strategia di sviluppo locale legata a modelli di turismo sostenibile, potenziando la mobilità dolce lungo la via Francigena e il Cammino Ellenico che attraversano paesaggi agrari antichi, valorizzando le produzioni agricole del luogo.  Vi invitiamo a visitare queste province e insieme anche il resto della Puglia, accompagnate anche dalle altre meravigliose regioni “blu” del nostro sud Italia. Buona estate a tutti.

Maria Luisa De Sessa

TAGS: Bandiere blu | estate 2019 | Controradio Bari

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie