Regione Puglia, nuovo Reddito di Dignità

Si alza la fascia di valore per poter ottenere sostegno in caso di difficoltà economiche. L’assessore Ruggeri: “Estendere in Puglia la platea dei potenziali beneficiari”

lunedì 09 Luglio 2018

Nuove misure per combattere la povertà. È stato istituito in settimana il nuovo Reddito di dignità, la misura di integrazione del reddito destinato alle persone economicamente in difficoltà. Sono stati rivisti i criteri per potervi accedere in modo tale da fornire sostegno ad una più larga fetta di popolazione, e così il Red è stato integrato col Reddito di inclusione, come ha spiegato dall’assessore al Welfare Salvatore Ruggeri: “La Giunta regionale ha approvato gli indirizzi per la ridefinizione dei requisiti di accesso, in modo tale da estendere ulteriormente in Puglia la platea dei potenziali beneficiari”. Con questa manovra dunque possono presentare domanda di sostegno economico anche le famiglie con valore Isee inferiore ai 6 mila euro e che hanno una componente reddituale superiore ai 3 mila. Inoltre, anche per coloro che hanno un Isee superiore ai 6mila è possibile presentare domanda se si rientra in particolari categorie, come ad esempio essere una famiglia con almeno 3 figli minori; essere genitori separi senza lavoro o senza fissa dimora; essere o occuparsi di persone con disabilità; ed essere donne vittime di violenza con o senza figli. Ma non finisce qui: inoltre il governo Emiliano sta valutando anche la possibilità di riconoscere il reddito anche a quelle famiglie con valore Isee superiore ai 3mila euro.

Micaela Cavestro

TAGS: puglia | reddito di dignità,reddito di inclusione | valore isee | salvatore ruggeri | controradio | controweb | sempre sul pezzo

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie