“La città provvisoria”, dal 5 luglio al 5 agosto la mostra presso Spazio Murat

Presentato a Palazzo di Città l’imminente evento

martedì 03 Luglio 2018

Presentata presso Palazzo di Città la mostra “La città provvisoria”, evento che si terrà dal 5 luglio al 5 agosto a Spazio Murat, intento a promuovere gli artisti e la loro creatività diffondendo la cultura dell’arte. L’evento, organizzato da Melissa Destino e patrocinato dal Comune di Bari, sarà promosso anche da Moving Center e Bundeskanzleramt Osterreich, sponsor intenti ad arricchire e sostenere l’imminente mostra. Quest’ultima, che sarà ad ingresso gratuito, nasce dalla volontà dei gestori di Spazio Murat di diffondere e promuovere la cultura dell’arte, ponendo come focus non solo gli artisti in questione con le rispettive opere, ma anche lo stesso pubblico che sarà attivo e fondamentale. Il progetto inoltre chiuderà la stagione espositiva 2018 di Spazio Murat, prossimo alla ristrutturazione. “E’ stato importante il concetto di città provvisoria e provvisorietà in generale, riflettere sulla condizione temporanea, non fissa, e sul concetto del non definito, non chiaro, e quanto fosse ben rappresentato dalla ricerca che Melissa sta portando avanti” ha dichiarato Giusy Ottonelli, coordinatrice di Spazio Murat, che poi aggiunge: “Spesso noi rimandiamo al concetto di provvisorietà un’idea negativa legata alla precarietà, invece mi sono trovata a guardare la cosa da un altro punto di vista e osservare come provvisorio volesse dire anche capace di essere trasformato, cioè con un grado di permeabilità e trasformabilità ancora molto alto. Spazio Murat, in questi due anni, non ha avuto una definizione univoca, una programmazione definita, ha provato a comprendere quale dovesse essere il suo ruolo, non solo all’interno della città ma anche all’interno di un circuito più ampio”. Si è poi espressa Melissa Destino, organizzatrice dell’evento: “Nella mia idea ho cercato di mettere insieme un progetto a più voci che intrecciasse diversi livelli della discussione. Non è così facile definire i confini degli spazi e come i soggetti si relazionano ad essi. Si parla di un paradosso. Quali sono i confini? Esistono dei confini? Un progetto come questo realizzato a Bari, da sempre città di mercanti e aperta al suo esterno, assume un significato ancora più importante. Ed era per me, per noi importante rendere questo messaggio”.

Riccardo Rochira

TAGS: lacittàprovvisoria | spaziomurat | arte | cultura | mostra | evento | controradiobari | controweb | sempresulpezzo

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie