Puglia, contratti per 1.355 medici e infermieri

Dal primo luglio nuove stabilizzazioni per gli operatori della sanità regionale

lunedì 18 Giugno 2018

Buone notizie per la sanità pugliese. A partire dal primo luglio ben 1355 precari fra medici e infermiere, ostetriche e tecnici sanitari potranno finalmente firmare i loro contratti a tempo indeterminato. La data fissata per le stabilizzazioni viene comunicata dal dipartimento regionale delle Politiche della salute durante un incontro con il capo dei sindacati Giancarlo Ruscitti e il dirigente Giovanni Campobasso. Stabilizzazioni che comprendono anche il personale amministrativo, con contratti a tempo determinato. Ma al riguardo il ministero dell’Economia stabilisce delle precise indicazioni: la Puglia potrà assumere sino ad un massimo di 476 medici per l’emergenza-urgenza, 404 medici per altre specialità, 3.056 operatori socio-sanitari e 34 ostetriche. Per gli infermieri non c’è ancora alcuna indicazione precisa. Inoltre, i lavoratori, per aver titolo alla stabilizzazione, devono aver lavorato almeno tre anni dal 2012 al 2017 in aziende del servizio sanitario pubblico nazionale, non in via continuativa e anche in altre Regioni d’Italia. Nonostante le direttive comunicate però i sindacati lamentano la mancanza di chiarezza sui percorsi che le Asl pugliesi dovranno seguire per adottare le stabilizzazioni. Per questo motivo Cgil, Cisl e Uil del pubblico impiego richiedono, con urgenza, “un tavolo di concertazione monotematico per definire un indirizzo uniforme sull’applicazione della stabilizzazione del personale interessato”.

Micaela Cavestro

TAGS: puglia | sanità | contratti a tempo indeterminato | dipartimento regionale delle Politiche | controradio | controweb | sempre sul pezzo

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie