Scandalo Regione Puglia, Assessore Mazzarano: posti di lavoro in cambio di aiuti elettorali

L’assessore allo Sviluppo Economico, già prosciolto per prescrizione dall'inchiesta Tarantini, si difende: estorsione

giovedì 22 Marzo 2018

Un nuovo scandalo colpisce la Regione Puglia, il PD ma soprattutto l’assessore Mazzarano. Ieri sera durante il servizio di Pinuccio, l’inviato barese di Striscia la Notizia, nuove sconcertanti rivelazioni sono state fatte sull’assessore allo Sviluppo economico. Nel filomato, andato in onda ieri 21 marzo, l'uomo che accusa Mazzarano ripercorre i termini dell'accordo: "Ti faccio entrare i tuoi figli in un'azienda Asl o in qualche altra azienda, adesso vediamo, e tu ti paghi il locale, mi disse". Sempre stando alle parole dell'uomo, di cui non viene svelata l'identità, il politico tarantino avrebbe trovato un'occupazione per uno solo dei due figli in un'azienda che lavora per l'Ilva e a tempo determinato. Ed è così che lui decide di chiedere la restituzione dei soldi versati per affittare il locale tramite una lettera del suo avvocato, almeno stando a quanto riferito al microfono di Striscia. L'assessore s'è detto vittima di un'estorsione e, stando a quanto riferito da Pinuccio, ha annunciato una denuncia da parte dei suoi legali. Michele Mazzarano fu accusato di illecito finanziamento ai partiti per aver ricevuto diecimila euro da Giampaolo Tarantini, l'imprenditore noto per aver organizzato un giro di presunte escort nelle residenze dell'ex premier Silvio Berlusconi.

 

Paola Pagone

TAGS:

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie