Riforma delle carceri, oggi nel Consiglio dei Ministri si discuterà della riforma

Michele Laforgia: "Aderiamo alla mobilitazione dei garanti dei detenuti: sì a riforma carceri”

giovedì 22 Febbraio 2018

Nella giornata di oggi il Consiglio dei ministri varerà una riforma, forse l'ultima di questo governo, che potrebbe provocare qualche frizione nel centrodestra, soprattutto tra le file della Lega e di Fratelli d'Italia. E lo farà, quasi certamente, senza prendere in considerazione le richieste di modifica arrivate dalla commissione Giustizia del Senato. La riforma è quella dell'ordinamento penitenziario voluta dal ministro della Giustizia, Andrea Orlando, e arriva a 40 anni dall'ultimo intervento in quest'ambito. Nello specifico si tratta di un decreto attuativo del governo che ha avuto il via libera preliminare del Consiglio dei ministri il 22 dicembre scorso, poi è passato a Camera e Senato per i pareri, non vincolanti, delle commissioni; e ora torna in Cdm, come ha annunciato nei giorni scorsi lo stesso premier Gentiloni anche per spegnere le voci su una possibile 'archiviazione' del provvedimento. Anche Michele Laforgia, candidato indipendente alla Camera per "Liberi e Uguali", ha voluto esprimere il suo parere in merito: "La nostra attenzione continua ad essere rivolta ai diritti dei detenuti, ultimi fra gli ultimi, soprattutto in campagna elettorale. Domani nel Consiglio dei Ministri si discuterà della riforma delle carceri, che ci auguriamo venga approvata in via definitiva e per questo aderiamo alla mobilitazione dei Garanti dei Detenuti. Non vi è certezza della pena se non nel rispetto del dettato costituzionale. Il carcere non può essere solo segregazione e sofferenza, deve garantire dignità e diritti, contribuire al recupero e al reinserimento, diminuire il disagio delle famiglie incolpevoli. Chi commette reati deve essere punito, ma se i detenuti non hanno futuro non c'è maggiore sicurezza, solo istigazione alla recidiva. Il Governo deve fare la sua parte: non buttate la chiave, buttate chi specula sul dolore degli altri".

Redazione Controradio

TAGS: riforma delle carceri | consiglio dei ministri

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie