Baratto amministrativo, approvato il nuovo regolamento

Estesa la platea dei tributi oggetto di baratto e gli ambiti di azione degli interventi

mercoledì 21 Febbraio 2018

La giunta comunale ha approvato i nuovi criteri di accesso e fruizione previsti nel regolamento del “baratto amministrativo”, lo strumento sperimentale finalizzato a consentire ai cittadini di partecipare direttamente e volontariamente alla cura del bene pubblico e di estinguere il proprio debito, o parte di esso, rispetto a specifici tributi nel rispetto della salvaguardia delle risorse economiche riservate ai bisogni primari e delle regole nel pagamento dei tributi comunali. Sulla scorta dell’esperienza realizzata nella prima fase di sperimentazione, si è reso necessario e opportuno aggiornare il regolamento stesso, cogliendo i suggerimenti pervenuti dalla collettività e finalizzati a rendere questa misura maggiormente performante rispetto agli scopi fissati. Con il concetto di “baratto amministrativo” si introduce la possibilità di applicare la disciplina del regolamento, in base alla quale, a fronte del riconoscimento di una riduzione, esenzione e/o pagamento del tributo annuale di competenza, il cittadino offre all’ente, e quindi alla comunità, una prestazione di pubblica utilità, integrando in via sussidiaria il servizio già svolto direttamente dall’ente. Tale possibilità è concessa a cittadini singoli o associati secondo forme stabili e giuridicamente riconosciute, titolari di una propria distinta posizione tributaria per un importo annuale non inferiore a € 80 (invece dei 300 previsti nella fase di precedente sperimentazione), limitatamente all’annualità di competenza in cui il baratto viene proposto. Gli interventi dei cittadini avranno carattere occasionale e non continuativo e saranno finalizzati alla cura o alla gestione condivisa di aree e immobili pubblici individuati dall’amministrazione o proposti dai cittadini stessi, mentre nella precedente versione l’amministrazione aveva individuato come unica area d’azione la cura del verde pubblico. Gli interventi sono finalizzati a integrare o migliorare gli standard manutentivi garantiti dal Comune, la vivibilità e la qualità degli spazi e ad assicurare la fruibilità di spazi pubblici o edifici non inseriti nei programmi comunali di manutenzione.

Redazione Controradio

TAGS: #barattoamministrativo #approvazione #giuntacomunale

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie