Bari, allarme acqua: livello al di sotto del 50%

Presto un ordinanza del sindaco Decaro per evitare che la situazione peggiori nel periodo estivo

martedì 20 Febbraio 2018

Non c’è fine all’emergenza idrica in Puglia. Il 2017 è stato l’anno più secco degli ultimi due secoli e il 2018 rischia di essere persino peggiore. A poco servono le piogge cadute negli ultimi tempi sulla nostra Regione e il risparmio di circa 3,5 milioni di mq d’acqua adoperato dall'Acquedotto pugliese: il livello di H2O continua ad essere al di sotto del 50%  rispetto alla media degli ultimi anni. Se dovesse proseguire in questa maniera il rischio sarebbe di trovarsi in situazioni peggiori nei periodi dell’anno più caldi, dove l’utilizzo di acqua è il doppio rispetto al normale. Per questa ragione la riduzione della pressione nelle reti idriche, avviata a settembre e prevista solo per pochi mesi, sarà costretta ad essere prolungata. Altra prevenzione che si intende assumere è quella dell'installazione nei condomini di autoclavi, con l’erogazione di uno specifico contributo alle famiglie. Tale prevenzione è stata già abbozzata e sarà presto un’ordinanza ad hoc, mirata a promuovere comportamenti virtuosi e ad evitare lo spreco e il consumo irrazionale, come spiega il sindaco di Bari, Antonio Decaro, intervenuto sulla questione in prima persona in aula Dalfino: “È un’ordinanza che può contribuire a migliorare le abitudini e a esortare cortamenti virtuosi. Bisogna riciclare l’acqua”. Ha affermato con fermezza il primo cittadino barese.

 

Maurizio Citino

TAGS: allarme acqua | puglia | emergenza | decaro | bari

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie