Procedura di licenziamento Marozzi, i lavoratori si preparano al secondo sciopero

Non sono emerse novità dopo l’incontro al Ministero del Lavoro. Sono 84 i dipendenti a rischio

mercoledì 14 Febbraio 2018

È stata annunciata per il prossimo 23 febbraio una nuova mobilitazione dei lavoratori Marozzi al fine di evitare la procedura amministrativa di licenziamento collettivo, aperta il 13 novembre 2017. Sono ancora 84 i dipendenti a rischio. Nella giornata di ieri 13 febbraio, si è tenuto l’incontro al Ministero del Lavoro con i vari sindacati tra i quali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal e Ugl Fna ma dal confronto non sono emerse novità. I sindacati dichiarano: "Rispetto alla posizione di chiusura della Società e all’inspiegabile silenzio delle Regioni nelle quali Marozzi svolge i servizi di collegamento (Basilicata, Campania, Lazio, Puglia e Toscana) le segreterie nazionali hanno ancora una volta ribadito la loro disponibilità a trovare soluzioni alternative per i lavoratori coinvolti, nel rispetto dei livelli retributivi e normativi. Il confronto proseguirà il 19 febbraio in sede ministeriale".

Antonia Colella

TAGS: mobilitazione | licenziamento | Marozzi | sindacati | controradio | controweb | sempresulpezzo

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie