L’abusivismo alberghiero continua ad arrecare danni al turismo e a favorire l’illegalità

Federalberghi, con una nota, cerca di fare chiarezza e annuncia la piena collaborazione con la guardia di finanza

venerdì 26 Gennaio 2018

Il turismo in Puglia continua la sua crescita esponenziale e anche le attività illegali cercano di tenere il passo. Ed è così che Federalberghi, tramite una nota ufficiale, promuove una stretta collaborazione con Guardia di Finanza ed enti statali per segnalare le strutture ricettive che evadono le tasse e che, in qualche modo, favoreggiano la prostituzione. E’ notizia recente la scoperta di un b&b, nel cuore del centro murattiano, trasformato in casa a luci rosse per uomini facoltosi. L’identificazione è avvenuta grazie ad alcuni poliziotti di quartiere secondo cui le prestazioni, per lo più di ragazze straniere, venivano pagate 150 euro l’una. Il proprietario del B&B, un uomo di 40 anni, è stato denunciato per favoreggiamento della prostituzione. Il presidente di Federalberghi Puglia, Francesco Caizzi, tramite una nota ha voluto mettere chiarezza sui provvedimenti che stanno cercando di attuare per evitare l’espansione di questo fenomeno: “L’abbiamo scritto in tutte le forme l’abbiamo denunciato in tutti i contesti e continuiamo nella nostra battaglia contro il fenomeno dell’abusivismo che, al netto degli ultimi gravi episodi di cronaca giudiziaria, non fa altro che danneggiare il nostro turismo, alimentare l’evasione fiscale a danno delle casse comunali e statali e mettere a rischio la sicurezza dei cittadini. Tutta la nostra Federazione, continua Caizzi, è impegnata a collaborare con la Guardia di Finanza e gli altri organi dello Stato mettendo a disposizione tutte le informazioni in suo possesso affinché possa essere stanato il “nero” e ripristinata la legalità.

Redazione Controradio

TAGS: Bari | Puglia | Federalberghi | guardia di finanza | legalità | prostituzione | abusivismo | evasione fiscale,

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie