Il Codice della strada nelle mani del vigile digitale

Gli agenti della polizia avranno a disposizione 400 dispositivi informatici per la registrazione delle violazioni

mercoledì 24 Gennaio 2018

Palmari, tablet, smartphone, e mobile pos integrati con stampanti termiche, penne ottiche e strumenti di lettura digitali. Saranno questi da oggi in poi gli “strumenti” utilizzati dagli agenti della polizia per effettuare tutta una serie di servizi relativi al Codice della Strada. La gestione complessiva delle attività e dei servizi di competenza della polizia avverrà tramite una piattaforma telematica che consente sia l'acquisizione e verbalizzazione delle violazioni delle norme sia il caricamento preventivo, nel sistema informatico in uso, dei bollettari dei verbali da assegnare agli agenti. Il vigile digitale inoltre potrà - nelle procedure interne al Corpo di Polizia Locale - gestire le notifiche di messaggistica generali o personalizzate per gruppi di utenti da parte della struttura di comando; la segnalazione di situazioni di emergenza/pericolo per gli operatori; e la geotimbratura da parte degli operatori sul campo per marcare stati di attività lavorativa (inizio/termine turno, inizio/fine attività etc), procedura per la quale il Comando sta completando la procedura prevista per legge sul rispetto del Codice della Privacy.

Redazione Controradio

TAGS: smartphone | il codice della strada | controweb | sempre sul pezzo,

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie