CARTELLONE CINEMA. TUTTI I FILM DAL 28 DICEMBRE AL 3 GENNAIO 2018

10 MINUTI BREVI MA INTENSI CON TUTTI I FILM USCITI IN QUESTA SETTIMANA

giovedì 28 Dicembre 2017

Bentornati! Eccovi i titoli in Cartellone  al cinema per questa prima settimana del nuovo anno, da giovedì 28 dicembre, fino a mercoledì 3 gennaio.

5 film: un’animazione americana, una commedia italiana, il nuovo atteso film di Ozpeteck, un po’ si avventura e per concludere un film storico-biografico insieme a un po’ si curiosità.

Apriamo con l’animazione uscita giovedì 28:

Coco

La premiatissima Pixart si immerge totalmente, per questa nuova animazione, nell'universo messicano del Dìa de Los Muertos, che ingloba la storia ma anche l'aspetto visivo di questo film. Come la folk art messicana legata a questa ricorrenza varia da comunità a comunità e presenta una gamma amplissima di figure e materiali differenti, così Coco mescola le tonalità al neon degli alebrijes (vero tocco magico del film) con la ritrattistica fotografica, il cinema indigeno, Frida Khalo e il suo debordante mito (altro tocco spassoso), l'estetica musicale e quella carnevalesca. Per chi non li avesse mai visti gli alebrijes sono piccole o grandi sculture di folk art, coloratissime e sorprendenti, e ritraggono per lo più creature surreali. Tornando al film, una veste sontuosa, che porta a casa una candidatura ai Golden Globes, per la storia di un ragazzo che sogna di diventare un musicista contro la volontà dei suoi familiari “viventi” e con una colonna sonora importante.

Vi parlo di Matilda De Angelis a questo proposito: nelle sale con Il premio di Alessandro Gassman e anche con Coco, in cui doppia il personaggio di Tía Victori, si è fatta notare in Italia e nel mondo, grazie al suo fortunato esordio cinematografico, notevolissimo, in Veloce come il vento, per poi apparire in Una famiglia di Sebastiano Riso, ed in videoclip come Tutto qui accade dei Negramaro. Sarà presto di nuovo al cinema come protagonista femminile del nuovo film di Marco Ponti, Una vita spericolata. Ma la notizia che volevo darvi riguarda 68° edizione del Festival Internazionale del Cinema di Berlino, che si tiene quest’anno dal 15 al 25 febbraio 2018. Ogni anno, durante la Berlinale, vengono presentate alla stampa, al pubblico e agli addetti ai lavori le Shooting Stars, ovvero una selezione di giovani attori europei, selezionati per il loro talento da una giuria di esperti che lavorano nell'industria del cinema, per conto della European Film Promotion.
Si tratta, insomma, della più prestigiosa vetrina internazionale possibile per un giovane attore europeo: e quest'anno, in rappresentanza di sé stessa e dell'Italia, tra le Shooting Stars di Berlino ci sarà proprio lei, Matilda De Angelis.

Napoli Veleta

Ecco a voi il nuovo film di Ferzan Ozpetek, con i segreti di una città pagana e sacra allo stesso tempo. Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Borghi, Anna Bonaiuto, Isabella Ferrari e Lina Sastri, interpretano una storia sospesa in una Napoli permeata da magia e sensualità, ragione e follia. Un mistero avvolge l'esistenza di Adriana, travolta da un amore improvviso e da un delitto violento.

Come un Gatto in Tangenziale

Il nuovo film di Ricardo Milani, conferma la collaborazione del regista di Mamma o Papà? con Paola Cortellesi ed Antonio Albanese, è uno scontro tra diversi. Non si sarebbero mai incontrati se i loro figli non avessero deciso di fidanzarsi. Così l’unico punto in comune diventa far finire la storia tra i due adolescenti. I due genitori, costretti a frequentarsi, si ritrovano l'uno nel mondo dell'altro, così all’improvviso qualcosa inizia a cambiare.

Il 1 gennaio 2018 oltre all’anno nuovo arriva nelle sale il sequel di film fantastico, di avventura interpretato a suo tempo da Robin Wiliams.

Jumanji!: Benvenuti nella Giungla

Il taglio che il regista Jake Kasdan ha dato a questa nuova pagina è davvero differente: quattro ragazzi, dal liceo a una giungla videoludica, sono costretti ancora una volta a vincere a Jumanji!. Se nel film cult del 1995 il gioco entrava nel nostro mondo, ora sono i protagonisti a entrare in quello del gioco, mostrandoci l'altra faccia di Jumanji, aggiornata però alle regole dei videogame. La cosa più interessante e divertente di questo nuovo film non è però l'aspetto meta-ludico, davvero plateale, bensì il rapporto tra gli avatar da action movie sui generis e i personaggi che sono dentro di loro. Una discrepanza tra avatar e giocatori, tra desideri e identità, che farà sorridere e forse peserà nel gioco. Era lecito attendersi, o meglio auspicare, un film che non osasse il confronto - sotto forma di remake o reboot - con l'originale, ma che accettasse un umile ruolo di sequel. Entrambe le premesse, fortunatamente, sembrano soddisfatte.

Chiudiamo con il film di mercoledì 3 gennaio:

Vi presento Christopher Robin

Storia drammatica e poco nota quella della complessa relazione tra l'autore del più famoso orsetto del mondo, Winnie Pooh e suo figlio Christopher Robin, ispiratore delle storie, tra esistenza reale e esistenza letteraria. La pubblicazione di un momento privatissimo può essere vissuta come un tradimento. Questo accade al piccolo Christopher che finisce per diventare un pupazzo, dato in pasto alla stampa e ai curiosi. È un film biografico inglese per la regia di Simon Curtis, con Domhnall Gleeson, Margot Robbie, Alex Lawther e Kelly MacDonald.

Dato che la fine del vecchio anno porta sempre con sé il tempo dei bilanci, ecco a voi una curiosità prima di chiudere: Walt Disney ha acquisito gran parte della Century Fox, arrivando ad essere il più grande operatore cinetelevisivo del mondo. Cosa accadrà? C'è in gioco il futuro di metà dell'immaginario occidentale, da Star Wars ai Simpson.

Vi leggo un estratto da un articolo che to trovato su linkiesta.it a firma Andrea Coccia.

“52 miliardi di dollari. È questa la cifra con cui The Walt Disney Company ha acquisito una delle rivali più importanti, la Century Fox, prima di proprietà della famiglia Murdoch. L'annuncio è stato dato settimana scorsa, proprio mentre nei cinema di tutto il mondo veniva distribuito The Last Jedi, l'ottavo film della saga di Star Wars, il terzo con Rogue One, da quando Disney, nel 2012, ha acquisito la Lucas Film per 4 miliardi di dollari.” Quetso mentre a Disneyland di Orlando è in allestimento un grandioso padiglione dedicato a Guerre Stellari.

“Per il mondo del intrattenimento televisivo e cinematografico è una notizia gigantesca, come gigantesca ora è l'ombra con le orecchie tonde che aleggia sull'immaginario audiovisuale occidentale. […]

Prima della Century Fox, infatti, nel paniere dell'impero dalle orecchie tonde sono finite anche la Pixar (rilevata per 7,4 miliardi di dollari nel 2006), la Marvel (nel 2009, per 4,24 miliardi) e la Lucas Film (nel 2012, per 4 miliardi di dollari). […]

Ma non sono in ballo soltanto un sacco di soldi. Disney infatti è un brand dalla personalità molto, per così dire, esigente, che, malgrado i suoi vertici rassicurino di voler lasciare piena autonomia a tutti i marchi, una volta acquisita la parte economica non esita a entrare nella parte creativa. Giusto per capire la dimensione del problema, in inglese esiste ormai da qualche tempo l'espressione The Disney Effect, che Urban Dictionary definisce come trarre da bei film originali dei cattivi/pessimi sequel e prequel.

Una specie di re Mida al contrario? Dipende dai punti di vista. Nel senso strettamente economico è difficile dire che la strategia del colosso dell'intrattenimento sia perdente. Anche soltanto osservando la trasformazione di Star Wars e i relativi risultati al box office si evince che l'effetto Disney avrà pure scontentato tanti vecchi fan, ma ha fruttato un sacco di soldi.

Cosa ci dobbiamo aspettare dai prossimi anni? […] La Dinsey non sembra interessata a produrre e distribuire nulla che sia […] vietato ai minori di 17 anni. […] Si parla di film come It, Detroit, Mother, The Big Sick, Atomic Blonde, The Post, Alien: covenant, Kingsman 2: The Golden Circle, per restare soltanto ad alcuni dei film usciti quest'anno. Per non parlare di tutti i format televisivi di cui si è appena aggiudicata la proprietà, dai Simpson fino ai Griffin.

Insomma, l'ombra lunga delle grandi orecchie fa paura sul serio. E il futuro prossimo del nostro immaginario, almeno dal punto di vista televisivo e cinematografico, rischia di essere letteralmente piallato dall'Impero dell'Happy Ending.”

Staremo a vedere. Intanto vi ringrazio per l’attenzione.

Il prossimo appuntamento è per giovedì 4 gennaio, sempre poco dopo le 18:00. Riascoltatemi dall’articolo della settimana su controweb.it, in podcast su Spreaker o dall’evento Facebook Cartellone Cinema.

Vi auguro un felice anno nuovo ed ancora buone feste a tutti!

Paola Pagone

TAGS: Cartellone Cinema | film | uscite cinematografiche | CINEMA | NOVITÀ | FILM IN SALA | FESTIVAL DEL CINEMA | Coco | Napoli Veleta | Come un Gatto in Tangenziale | Jumanji! Benvenuti nella Giungla | Vi presento Christopher Robin |

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie