Distretto Metropolitano del Commercio, arriva il progetto d_Bari

Prima sperimentazione nel quartiere murattiano con una piattaforma smart in cui domanda e offerta si incontrano

martedì 21 Novembre 2017

Il comune di Bari ha colto con entusiasmo l’opportunità offerta dal bando regionale per l’avvio di progetti nell’ambito della recente costituzione dei Distretti Urbani del Commercio ed ha presentato in Regione, assieme ai partners ConfCommercio e Confesercenti, una candidatura per la costituzione dell’Associazione d_Bari del Distretto metropolitano del commercio. Rilanciare un settore, ormai in crisi da anni, l’obiettivo dei soggetti, che avverrà attraverso l’attivazione di singoli progetti rivolti sia ai cittadini sia ai turisti. Si parte dal quartiere Murattiano, cuore del commercio cittadino barese, con una piattaforma sperimentale - Smart Murattiano District il suo nome -, un sistema integrato di tecnologie innovative (comprese quelle che consentiranno di effettuare un monitoraggio dei flussi pedonali) all’interno di uno specifico perimetro corrispondente ad una porzione dell’area murattiana della città di Bari. “Una sorta di progetto pilota - così l’ha definito l’assessora allo Sviluppo Economico Carla Palone - che intende testare la capacità delle nostre attività commerciali di mettersi in rete e la risposta degli utenti a questa nuova formula di dialogo tra chi vende e chi acquista. Offriremo ai cittadini che arriveranno nel quartiere murattiano una sorta di “guida esperenziale all’acquisto” sul proprio cellulare, che li supporterà in un percorso tra negozi e beni ed eventi della città”. Le prime zone ad essere interessate dal progetto sono costituite dalle due arterie principali della città: via Sparano-via Argiro e Corso Cavour-via Andrea da Bari; luoghi con la più alta concentrazione di attività commerciali e di forte interesse culturale, data anche dalla vicinanza al centro storico. Altra area centrale è piazza Umberto, unica area verde del centro prossima alla stazione, ora poco fruita per problemi di micro-criminalità, specie nelle ore notturne. In essa potranno essere sperimentati servizi evoluti per la sicurezza urbana. In particolare, l’applicazione della piattaforma da un lato permetterà una stima della popolazione fluttuante per analizzare le esigenze in termini di infrastrutture, servizi e sicurezza del quartiere, dall’altro la nascita di applicazioni volte a comunicare con il cittadino, sia per promuovere il territorio e le sue attività sia per innescare una comunicazione bi-direzionale in grado di fornire all’amministrazione e alle attività commerciali del territorio nuovi insight sulle esigenze degli utenti creando un canale ad hoc per comunicazioni commerciali mirate.

 

Lucia Schiraldi

TAGS: d_bari | distretto | bari | regione | puglia | confcommercio | confesercenti | smart murattiano district

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie