Consiglio Comunale, insulti sessisti alla consigliera Melini

Indignazione del sindaco e degli assessori comunali

mercoledì 15 Novembre 2017

Sorpresa e sconcerto in Consiglio Comunale. Durante uno scrutinio di voto segreto per l’elezione dei componenti della giuria popolare, si legge su una delle schede anonime, un insulto sessista rivolto alla consigliera di opposizione Irma Melini. A scoprire l’inconveniente è stato il consigliere Michele Caradonna, incaricato dello spoglio. I lavori del Consiglio sono stati sospesi per alcuni minuti e la consigliera Melini ha abbandonato l’aula in segno di protesta, seguita da tutte le consigliere baresi. Grande indignazione per l’accaduto da parte delle rappresentanze politiche.  Dichiarazioni dure da parte delle consigliere Francesca Contursi, Anita Maurodinoia e Alessandra Anaclerio e le assessore Francesca Bottalico, Carla Palone, Carla Tedesco e Paola Romano: “condanniamo fermamente l’atto vergognoso compiuto in un’aula istituzionale, un luogo che rappresenta l’intera città di Bari. Il dibattito in aula consiliare dovrebbe essere esempio di confronto civile nella libera espressione di posizioni, anche contrapposte, e il ricorso all’offesa sessista e volgare non è in alcun modo ammissibile [...]”; ma soprattutto opposizione da parte del sindaco Antonio Decaro, intervenuto in prima persona nel luogo dell’accaduto, affermando: “Sono qui ad esprimere la mia solidarietà alla consigliera Irma Melini, non in quanto uomo ma in quanto rappresentante delle istituzioni. Perché chi ha scritto quella parola offensiva, sessista e stupida su quella scheda, ha sporcato l’Aula consiliare stessa, ha svilito l’istituzione che rappresentiamo [...]. Mi auguro che la consigliera Melini vorrà accettare la solidarietà mia e della giunta e le scuse dell’intero Consiglio comunale[...]”.

Valeria Carrabs

TAGS: bari | consiglio comunale | irma melini | insulti sessista | antonio decaro | controradio | controweb | sempre sul pezzo

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie