11 biblioteche di quartiere per la città di Bari

Il progetto Colibrì candidato dal comune al bando regionale Community Library

lunedì 13 Novembre 2017

In risposta all’avviso regionale Community Library, che prevede il finanziamento di progetti di qualificazione e  il rafforzamento dei sistemi bibliotecari pugliesi, il Comune di Bari ha inteso candidare una proposta che istituisce una rete territoriale di 11 biblioteche di comunità in altrettanti quartieri cittadini. Il network si chiama COLIBRì - La rete delle biblioteche di Bari e si compone di biblioteche scolastiche, urbane e di quartiere che il Comune intende formalmente costituire in una rete strutturata, organizzata e coerente dal punto di vista dell’identità visiva e degli standard di allestimento, di dotazione tecnologica e di gestione. I presidi sono distribuiti sull’intero territorio urbano, coinvolgendo 11 quartieri: Catino (Biblioteca di quartiere V. Zito), San Paolo (Biblioteca scolastica Lombardi), Libertà (Biblioteca di quartiere Don Bosco), San Girolamo (Biblioteca scolastica Duse), San Cataldo (Biblioteca scolastica G. Marconi), San Nicola (Biblioteca del Museo Civico), Murat (Biblioteca scolastica Mazzini), Carrassi (Biblioteca di quartiere Cagnazzi), San Pasquale (Biblioteca dei Ragazzi/e), Carbonara (Biblioteca scolastica De Marinis), Japigia (Biblioteca di quartiere Iurlo). Il Progetto Colibrì nasce dall’esperienza pilota della rete delle biblioteche scolastiche Biscò avviata nel 2014 e che amplia la sua portata attraverso l’integrazione di alcune realtà civiche e bibliotecarie non scolastiche, come la biblioteca del Museo Civico, o già attive sulla città di Bari, come la biblioteca dei Ragazzi e delle Ragazze, la biblioteca Cagnazzi, la biblioteca Lozito, la biblioteca Iurlo e la biblioteca Don Bosco.

 

Redazione Controradio

TAGS: libri | biblioteche | leggere | progetto colibrì | community library | bari

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie