La Giunta approva il nuovo schema di convenzione con ASI

Pronto un contributo di 200mila euro per migliorare la zona industriale

venerdì 03 Novembre 2017

“Questo atto ci permette di stabilizzare il rapporto con il consorzio ASI e di programmare le attività da mettere in cantiere per migliorare la vivibilità dell’area, che ospita centinaia di grandi e medie imprese”. Queste le parole dell’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Galasso, riguardo lo schema di convenzione tra Comune di Bari e il presidente del consorzio ASI (Automotoclub Storico Italiano) Emanuele Martinelli, approvato nella giornata di ieri. Lo schema sarà siglato al fine di rinnovare l’accordo tra i due enti riguardo l’erogazione da parte dell’amministrazione comunale di un contributo di 200mila euro annui per il triennio 2017 - 2018 - 2019, a fronte di una serie di opere e interventi in capo all’ASI. Secondo il patto, il consorzio ASI si impegna a svolgere, nel territorio del Comune di Bari, lavori di manutenzione e gestione di opere e impianti ad uso pubblico, quali strade, pubblica illuminazione, fogna pluviale, verde e arredo, segnalazione e sicurezza a fronte del contributo erogato.  Le attività saranno realizzate da operatori economici individuati dal consorzio nel rispetto della normativa vigente in materia di appalti. “L’obiettivo comune è rendere maggiormente attrattiva la zona industriale di Bari, che è una delle più importanti del Mezzogiorno d’Italia, attraverso interventi strutturali e infrastrutturali che assicurino sicurezza, migliore accessibilità e decoro per le imprese e per i tanti lavoratori della zona [...]” - ha spiegato l’assessore Galasso. Nello specifico, il consorzio ASI dovrà provvedere alle seguenti attività: manutenzione strade e relativa segnaletica orizzontale e verticale; manutenzione fogna pluviale; assicurazione per infortuni stradali e relativa gestione sinistri; manutenzione e gestione della pubblica illuminazione; manutenzione e gestione del verde pubblico e dell’arredo urbano. Al termine di ogni anno di gestione, il consorzio ASI dovrà effettuare una puntuale rendicontazione, anche economica, dei servizi espletati nell’anno di riferimento. La rendicontazione annuale dovrà essere trasmessa, entro e non oltre il 31 marzo dell’anno successivo a quello di riferimento, al Comune di Bari che, attraverso la competente struttura tecnica, provvederà a verificare che l’importo sostenuto dal consorzio ASI per i servizi in questione sia uguale all’importo del contributo fissato.

Micaela Cavestro

TAGS: bari | giunta | asi | giuseppe galasso | Emanuele martinelli | schema di convenzione | controradio | controweb | sempre sul pezzo

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie