Puglia, premiato il pomodoro di Capitanata

L’obbligo di etichettatura consente di valorizzare il prodotto italiano tra i più esportati

martedì 24 Ottobre 2017

Salvaguardare il ‘Made in Italy’ della produzione dei pomodori da oggi è possibile grazie alla firma del decreto sull’etichettatura obbligatoria per i suoi derivati. “La concorrenza straniera, specie quella cinese, - ha detto il vicepresidente del Consiglio regionale di FI, Giandiego Gatta - ha messo a dura prova le nostre aziende. Tonnellate di pomodoro estero sono state utilizzate per realizzare derivati nel nostro Paese”. Invertire questo andamento, con l’obbligo di dichiarare il Paese di origine, di coltivazione e trasformazione del prodotto, permetterà di valorizzare il pomodoro italiano e, nel particolare, quello di Capitanata che copre oltre il 40 per cento della produzione nazionale. Un dato premiato da Coldiretti Puglia e ricordato dal suo presidente, Gianni Cantele, all’indomani della presentazione del decreto sull’etichettatura obbligatoria. “L’obbligo dell’etichetta d’origine consentirà - rileva la Coldiretti - di valorizzare il prodotto italiano in una filiera, quella dei derivati, che rappresenta uno dei fiori all’occhiello dell’export Made in Italy, con le vendite all’estero che hanno superato nel 2016 il valore di 1,5 miliardi di euro. Nel settore del pomodoro da industria - continua la Coldiretti - sono impegnati in Italia oltre 8mila imprenditori agricoli che coltivano su circa 72mila ettari, 120 industrie di trasformazione in cui trovano lavoro ben 10mila persone, con un valore della produzione superiore ai 3,3 miliardi di euro. Un patrimonio che - conclude la Coldiretti - va salvaguardato garantendo il rispetto dei tempi di contrattazione per consentire una adeguata pianificazione e una giusta remunerazione del prodotto agli agricoltori italiani”.

Lucia Schiraldi

TAGS: Puglia | pomodoro | pomodoro di Capitanata | cina | produzione | export | agricoltura | aziende | obbligo etichettatura | origine | ‘Made in Italy’ | filiera agroalimentare

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie