Proclamati i vincitori della Start Cup Puglia 2017

Primo premio al sensore di flusso Fluctomation

giovedì 19 Ottobre 2017

Gran finale dell'edizione 2017 di Start Cup Puglia, la competizione regionale che sostiene e premia idee imprenditoriali ad alto contenuto di conoscenza. La gara per l’innovazione organizzata dall’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione (ARTI), in collaborazione con Regione Puglia e Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI) e FS Italiane, ha scritto ieri la pagina conclusiva di questa decima edizione, attribuendo il primo premio, del valore di 5mila euro, al sensore innovativo Fluctomation, che permette di rilevare in tempo reale le caratteristiche del flusso di un fluido, la sua direzione, il verso e la velocità, tramite le sue stesse fluttuazioni. Questo progetto d’impresa innovativa prevede la creazione di un prodotto unico nel mercato dei sensori di flusso e particolarmente idoneo per applicazioni industriali nel settore idraulico, automobilistico, robotico, sanitario, energetico, alimentare e minerario. Oltre al premio in denaro sono stati contesi molti altri premi, come servizi per l’internazionalizzazione e l’incubazione, accessi a spazi di coworking o fornitura di cloud, andati anche alle altre categorie: scienze della vita, ict, industry, cleantech & energy. La finale si è svolta ieri presso il Cineporto di Bari e ha visto otto squadre di potenziali e neo imprenditori innovativi contendersi i premi, previsti dal Comitato promotore, tra cui figurano l’Università del Salento, Enea, TIM Open, Confartigianto Puglia, Impact Hub, Cubo Lab. Oltre a Fluctomation, che si aggiudica anche il premio per la categoria Industrial, ecco gli altri progetti vincitori: per la categoria ICT, Proxity, una piattaforma grazie alla quale città, spazi pubblici e centri commerciali possono dialogare con l’utente,tenendo in considerazione i suoi interessi e la sua posizione geografica; per la categoria Cleantech & Energy vince Ecoimpro con la piattaforma online “Social Waste” che favorisce l’incontro tra domanda e offerta di scarti, rifiuti ed energia tra operatori industrial; per la categoria Life Science, con Bolt (Biomaterial based lethal ovitrap), una ovitrappola letale per il controllo della zanzara tigre. Dal 2008 al 2017 sono stati ben 442 i piani di impresa passati da Start Cup, ed in nove edizioni sono stati individuati 32 vincitori per una competizione forte, che attira il forte interesse mediatico e degli addetti al settore, muovendo dal metodo, che prevede la necessaria formazione dei concorrenti e la presentazione di un business plan online. ARTI ha guidato i concorrenti che hanno redatto il piano, grazie a un programma di mentoring, con sessioni articolate in laboratori pratici e pitch sui temi della pianificazione d’impresa, anche in termini economici e finanziari, e della tutela della proprietà intellettuale. Una storia di successo che può contare anche sul confronto con innumerevoli e preziose realtà della scena dell’innovazione italiana, ben oltre i confini regionali.
 

Paola Pagone

TAGS: Attualità | Start Cup Puglia | Regione Puglia | Premio Nazionale per l’Innovazione | PNI | Fluctomation | scienze della vita | ict | industry | cleantech & energy |

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie