Dal bel canto ai giorni nostri: il metodo delle star americane approda in Puglia

La vocal coach Katia Losito porta a Bari il metodi A Voce MIsta dell'Insttute of Vocal Advancement

giovedì 28 Settembre 2017

A dirlo era Barbra Streisand, l’indiscussa voce femminile considerata tra le migliori di tutti i tempi. Ma qual era il segreto di artisti del suo calibro? In molti si chiedono se personalità di spicco come Michael Jackson o Witney Houston, che hanno lasciato un segno nella storia della musica internazionale in virtù delle loro straordinarie doti canore, si avvalessero di una tecnica particolare per esercitare le loro corde vocali. Una risposta arriva dagli Stati Uniti dove alcuni decenni fa è nato il cosiddetto metodo della ‘voce mista’, utilizzato dai docenti dell’ IVA (Institute for vocal Advancement), che affonda le sue radici nel bel canto italiano ed è considerato il ‘metodo delle star americane’. L’IVA è un’organizzazione mondiale di cui fanno parte circa duecento insegnanti certificati, provenienti da tutto il mondo, fra i quali la pugliese Katia Losito, giovane vocal coach desiderosa di far conoscere e sperimentare la tecnica IVA, ormai affermata in America e poco nota in Italia.

Dopo aver studiato con alcuni maestri di canto baresi, la Losito è approdata al Conservatorio di musica di Bari "Niccolò Piccinni" per approfondire il canto jazz. Nel 2012 ha partecipato al corso di vocologia Voice craft con Elisa Turla organizzato a Bari e, l’anno successivo, ha iniziato il percorso di studi di tecnica vocale del metodo Speech Level Singing. Nel 2015 studia accompagnamento pianistico moderno e armonia, presso l'accademia privata "Il Pentagramma" di Bari. Nello stesso anno, viene ammessa al programma di certificazione per Vocal coach dell’IVA con sede a Las Vegas (U.S.A). Ha, inoltre, perfezionato la tecnica vocale, nonchè il metodo di insegnamento con Jeffrey Skouson, Master Teacher e fondatore dell'IVA, vocal coach degli Immagine Dragon e di molte altre star di Broadway, e con Stephanie Borm- Kruger riconosciuta come uno dei migliori vocal coach a livello mondiale, nonchè giudice del programma The Voice Germany. Dunque, dal 1 Dicembre 2016 è Insegnante certificato del metodo delle star americane.

La tecnica IVA si basa sui princìpi sviluppati dalla cosiddetta “Vecchia Scuola Italiana” del XVII e XVIII secolo, quei principi che sono stati fondamento delle straordinarie capacità vocali dei più grandi cantanti durante l’epoca del Bel Canto. Oggi essi possono essere applicati alla musica moderna, sebbene originariamente legati alla tradizione classica. Insegna alle voci come cantare in maniera libera e naturale, senza difficoltà, dalla parte più bassa alla parte più alta della propria estensione, senza slittare in falsetto e senza improvvisi cambi nella qualità timbrica. Il concetto sarebbe quello di far si che il corpo, quindi, la voce, memorizzi quello che fa correttamente attraverso gli esercizi e lo vada poi a riprodurre automaticamente quando si canta. Cantare senza sforzo, dunque, con la stessa facilità che si adopera nel parlare, questo l’obiettivo principale del metodo. Non sarà un caso che il primo a sperimentarlo fu proprio Steve Wonder, reduce da un serio problema alle corde vocali, su consiglio del suo manager.

“Essere vocal coach significa avere in "custodia" la voce di un altro. È una grossa responsabilità perché devi essere capace di contribuire in maniera significativa alla crescita tecnica ed artistica di quella voce, tutelandone la salute. Questo richiede una grande preparazione tecnica da parte dell'insegnante, che però va associata a qualità umane come per esempio il saper "motivare" l'alunno e costruire con lui un rapporto di fiducia basato sulla franchezza e non sulle adulazioni.  L' Institute for Vocal Advancement è tutto questo: risultati e professionalità. Il programma IVA mi da’ la possibilità di offrire il meglio alle voci che si affidano alle mie cure. Il metodo è di provata efficacia. Non importa che il cantante sia esperto o alle prime armi, perché il metodo del mix insegna a cantare con una facilità mai sperimentata prima, anche su quei brani che l 'alunno riteneva inarrivabili. La tecnica è applicabile a qualsiasi stile di canto: opera, jazz, pop, rock, soul etc. Questo perché quello che insegno non è cantare su un determinato stile, ma cantare utilizzando la voce nel modo corretto”.

Con queste parole Katia Losito spiega cosa vuol dire per lei essere una vocal coach, in che modo la tecnica IVA ha cambiato il suo approccio al mondo canoro ed il suo metodo di insegnamento. Un metodo che non trascura affatto l’uso delle nuove tecnologie da lei sfruttate al fine di diffondere la passione per questa straordinaria disciplina anche oltreoceano. Infatti, oltre a tenere lezioni all’interno del suo studio presso il Laboratorio Urbano Rigenera di Palo del Colle, trasmette i suoi insegnamenti ad allievi che si trovano a chilometri di distanza avvalendosi di Skype.

Questo aspetto innovativo dell’IVA è possibile grazie al concetto di causa effetto del metodo, ovvero, l’insegnante userà o costruirà degli esercizi, avvalendosi di consonanti, vocali e scale melodiche per ottenere un effetto contrario alla tendenza vocale dell’alunno. E poi, non bisogna dimenticare che lo stesso Michael Jacksonseguiva le lezioni del suo coach via telefono durante i suoi tour mondiali ed risultato pare non sia stato affatto male.

Per maggiori informazioni circa l’attività, gli eventi e le masterclass di Katia Losito, è possibile consultare il sito internet www.katialosito.it o scrivere alla mail info@katialosito.it.

 

Paola Pagone

TAGS: News | corsi |

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie