Omicidio Noemi, la protesta degli studenti pugliesi

Ieri, presso piazza Prefettura di Bari, le associazioni studentesche hanno tenuto un sit in, in memoria di tutte le vittime di violenza di genere

venerdì 15 Settembre 2017

Non “ti amo da morire”, bensì “ti amo da vivere”. È questo il messaggio che gli studenti pugliesi hanno portato nella giornata di ieri in piazza Prefettura a Bari. Il sit in organizzato dalle associazioni Zona  Franka e Rete della Conoscenza si è tenuto in memoria di Noemi, la 16enne uccisa dal fidanzato a Specchia, in provincia di Lecce; e in memoria di tutte le vittime di violenza di genere. I giovani affermano con forza: “Di fronte a tutto ciò non possiamo stare in silenzio: non si può morire amando, e non si uccide mai per amore. Si uccide solo perché esistono ancora modelli relazionali di stampo patriarcale”. Con loro in piazza hanno preso parte alla protesta anche il vice sindaco Pierluigi Introna e l'assessora al commercio Carla Palone.

 

Redazione Controradio

TAGS: specchia | noemi | omicidio | violenza | protesta | studenti | piazza prefettura | bari | zona franka | rete della conoscenza | pierluigi introna | carla palone | controradio | controweb | sempre sul pezzo

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie