Comune di Bari: ecco la mappa dei nuovi playground

È partita l’operazione sport all’aria aperta per tutti

venerdì 08 Settembre 2017

L’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli, è impegnato in questi giorni in una serie di sopralluoghi volti ad individuare le aree da riqualificare all’interno del comune di Bari. Piccoli passi in avanti nella direzione già intrapresa di tempo dall’Amministrazione, per trasformare Bari in quella  Smart City in cui le attività sportive all’area aperta sono disponibili per tutti i cittadini, così da rendere fruibili e gradevoli gli spazi urbani e fare quanto possibile per migliorare la qualità della vita di chi ci vive. Sulla scia di quanto realizzato proprio a San Girolamo, il Comune ha affidato all’architetto Fausto Morga l’incarico di progettare i nuovi playground in via di catalogazione. Molti gli interventi possibili da concordare con cittadini e famiglie anche sfruttando i social: una rampa per lo skate e uno spazio per il basket sotto il ponte Adriatico. I campi, per discipline ancora da individuare, al giardino Melvin Jones di Palese e al Giardino degli Aquiloni di Picone, oltre che a Enziteto ed al neonato quartiere Sant’Anna. Tavoli di ping pong e scacchi in pietra da installare in aree verdi a sud e a nord della città. Un parco avventura per i bambini che sarà pronto entro l’autunno sul lato mare della pineta San Francesco, per affiancare la pista di pattinaggio, corredata da attrezzi ginnici, già realizzata sul lato opposto. Un pavimento per il minibasket all’interno del Parco 2 Giugno, dove sarà allargata la zona bocce. Una strada di Poggiofranco, via Carrante, utilizzata per ripescare i giochi di una volta come la tradizionale “campana”. Una carrellata di interventi che prevedono un costo stimato di 2 milioni di euro.  “Oltre a polarizzare quell’area - sottolinea l’assessore - abbiamo deciso di inserire nuovi attrezzi per un parkour all’interno del parco nell’ex gasometro. Così come nell’ex caserma Rossani, sul modello di una piscina, verrà interrata una pista di skate che, peraltro, è stata suggerita dai cittadini della zona”. I cantieri, negli auspici di Petruzzelli, non dovrebbero richiedere una biblica velocità di esecuzione. “Non insisteremo su zone abbandonate, i lavori costerebbero di più. E coinvolgeremo, a tappeto, tutti i quartieri di Bari. Le palestre a cielo aperto diventeranno presto realtà”.

 

Paola Pagone

TAGS: bari | pietro petruzzelli | fausto morga | playground | controradio | controweb | sempre sul pezzo

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie