Ascoli Satriano, Foggia: distrutto dalle fiamme il sito archeologico del IV-V sec di Faragola

"Forse utilizzato esplosivo"

venerdì 08 Settembre 2017

È accaduto nella notte ad Ascoli Satriano, Foggia. Un incendio ha  distrutto l’intera copertura lignea del sito archeologico di Faragola e ne ha gravemente compromesso marmi e mosaici, risalenti al IV - V secolo d.c, riportati alla luce dopo 14 anni di lavori. L’incendio sembrerebbe essere stato causato da esplosivi, ma per il momento non ci sono conferme da parte dei vigili del fuoco e dei carabinieri, intervenuti subito sul posto. L’unica certezza al momento è che un bene prezioso è andato perduto, e con lui tutto il lavoro impiegato per recuperarlo. Come afferma la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio di BAT e Regione Puglia: “non solo sono andati in fumo anni di investimenti e lavoro dell'Università di Foggia, delle Soprintendenze e della Regione, ma anche e soprattutto sono rimasti gravemente danneggiati resti archeologici di inestimabile valore”. L’assessora alla Cultura Loredana Capone però mette in chiaro fin da subito il suo intento di non arrendersi a questo atto immorale: "In attesa che la Magistratura e le Forze dell'ordine chiariscano le cause e le responsabilità -  dichiara l’assessora - la Regione Puglia intende rinnovare l'impegno ad andare avanti con determinazione nella collaborazione istituzionale con il Ministero dei Beni Culturali, le Università e gli Enti locali, per il recupero, la riqualificazione, il riuso e la valorizzazione dello straordinario patrimonio culturale materiale e immateriale di questa Regione".

Micaela Cavestro

TAGS: foggia | ascoli satriano | sito archeologico Faragola | incendio | controradio | controweb | sempre sul pezzo

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie