I ricercatori di Fisica dell’Università di Bari nel progetto che ha scoperto la particella Xi

Si tratta di un esperimento delle alte energie iniziato nel 2010

giovedì 13 Luglio 2017

Una nuova particella è stata scoperta da LHCb, un esperimento di fisica delle alte energie a cui il Dipartimento Interateneo di Fisica “M. Merlin” e la Sezione dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Bari partecipano attivamente dal 2010. Dopo la scoperta di 5 nuovi barioni Omegac, che ha visto protagonista lo stesso gruppo di Bari, è la volta di un altro barione, denominato Xicc++, a destare l'attenzione della comunità scientifica internazionale. Tale particella, la cui esistenza è stata teorizzata 30 anni fa, è l'unica finora conosciuta ad essere costituita da due quark pesanti e da un quark leggero. La scoperta è avvenuta all'acceleratore LHC (Large Hadron Collider) situato presso il laboratorio CERN di Ginevra, un progetto internazionale che vede l'Italia in prima fila grazie ai finanziamenti dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

 

Redazione Controradio

TAGS: ricerca | fisica | uniba | particella | cern | istitutonazionale | fisicanucleare |

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie