Nasce in Puglia la Banca della terra

Un censimento di terreni abbandonati da destinare a giovani agricoltori

giovedì 18 Maggio 2017

Banca della Terra

Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità la Banca della Terra. La Puglia vuole incentivare il recupero ad uso produttivo dei terreni agricoli incolti o abbandonati e fa così nascere un progetto per favorire l'accesso dei giovani all'agricoltura e contrastare l'abbandono dei suoli. L'iniziativa del consigliere regionale del M5S, Cristian Casili, ha trovato il consenso recependo contributi ed emendamenti della giunta e del capogruppo di Noi a Sinistra, Enzo Colonna. La Banca della Terra consiste in un elenco informatico accessibile al pubblico aggiornato di tutti i terreni e fabbricati rurali incolti, completo di dati catastali identificativi. Entro 9 mesi dall'entrata in vigore della legge gli Assessorati regionali al Demanio e Patrimonio ed alle Risorse agroalimentari individueranno i terreni agricoli di proprietà della Regione e degli enti da essa controllati per l'affidamento in concessione o locazione a chiunque abbia voglia di intraprendere una attività agricola.

 

Redazione Controradio

TAGS: Puglia | Banca della terra | terreni agricoli incolti o abbandonati | giovani agricoltori

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie