Il Tar del Lazio autorizza l’espianto degli ulivi pugliesi

Respinto il ricorso della Regione: il gasdotto verrà realizzato nel cantiere

venerdì 21 Aprile 2017

Tanti tentativi andati in fumo: il Tar del Lazio respinge il ricorso che la Regione Puglia aveva presentato per l’annullamento dell’espianto degli ulivi nell'area di Melendugno, per la realizzazione di un gasdotto. Decisione presa in quanto è il Ministero dell’Ambiente il titolare di controllo al rispetto del territorio, e non la Regione; infatti sebbene la Regione Puglia sia indicata nel decreto come Ente vigilante, sta al Ministero far rispettare quanto previsto nel decreto Via. Perciò il gasdotto si farà e questo comporterà l’espianto di ben 211 piante di ulivo. La sentenza spiega inoltre che il Ministero, in vista della camera di consiglio al Tar, ha reso noto che la fase zero dei lavori, riguardante la sola realizzazione della strada di accesso all'area di cantiere, è pressoché conclusa e che si impegnerà a esportare meno piante possibili.

Micaela Cavestro

TAGS: TAR | REGIONEPUGLIA | GASDOTTO

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie