La Regione al Vinitaly: numeri da record e “Made in Puglia di qualità”

Nello stand istituzionale più di 10mila degustazioni di vino

giovedì 13 Aprile 2017

Sono 1500 le bottiglie stappate nello stand istituzionale della Puglia al Vinitaly di Verona. Il più grande e prestigioso Salone internazionale dedicato al mondo dell’enologia si è chiuso ieri con numeri ancora in crescita. E la giornata di oggi è dedicata ai bilanci anche per la nostra regione: il dato più incoraggiante riguarda l’export, in aumento con numeri di rilievo ed una particolare attenzione da parte degli operatori; ma la parte del leone l’hanno fatta le “bollicine”, il Primitivo, il Negroamaro ed il Nero di Troia. Le parole dell’assessore regionale all’Agricoltura, Leonardo di Gioia trasmettono bene la direzione positiva intrapresa in questi ultimi anni. La linea da seguire è segnata infatti dalla volontà di “trasformare la quantità in qualità, pensando con anticipo alle leggi in materia di tracciabilità, che richiederanno un’indicazione più chiara dei luoghi di coltivazione e produzione”. Inoltre si segnala che durante questa 51° ed. la Puglia ha aderito alla Piattaforma multiregionale per l’accesso al credito da parte delle imprese agricole e la Commissione politiche agricole della Conferenza delle Regioni, composta dagli assessori di tutta Italia e coordinata dal nostro assessore di Gioia, ha deciso di destinare 300 milioni di euro agli agricoltori e agli allevatori delle regioni colpite dal sisma del 2016. Co questa nota solidale si sono chiuse le quattro giornate gestite da Regione ed Unioncamere.

 

Paola Pagone

TAGS: Vinitaly | Verona | Salone internazionale del vino | vino di puglia | regione Puglia | Leonardo di Gioia | assessore regionale all’Agricoltura | “bollicine” | Primitivo | Negroamaro | Nero di Troia,

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie