Fuori legge il “blocco telefonico”della Andria-Corato

Il ministero delle Infrastrutture sancisce nuovi meccanismi per le linee ferroviarie

giovedì 09 Marzo 2017

La circolare del ministero delle Infrastrutture, che ha ripartito i fondi per la sicurezza ferroviaria promessi da Delrio all’indomani dell’incidente del 12 luglio 2016, ha messo finalmente fine il “blocco telefonico” delle linee ferroviarie, il meccanismo con il quale era regolata la tratta Corato e Andria. Infatti il blocco, pur già superato della normativa, fino ad oggi restava utilizzato: Adesso invece si cambiano le regole e viene vietato per legge. Il meccanismo che dovrebbe sostituirlo è un impianto di segnalamento con un blocco conta assi. Entro giugno la Regione dovrà dovrà presentare il cronoprogramma degli interventi con 115 milioni di fondi, forse non sufficienti per coprire l’intero fabbisogno, in quanto è anche prevista l’eliminazione dei passaggi a livello; ma abbastanza per consentire, entro il 2020, di eliminare il limite dei 50 orari su gran parte delle ex linee concesse.

 

Micaela Cavestro

TAGS: Ministero delle Infrastrutture | blocco telefonico | tratta Andria Corato | Regione Puglia

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie