“Federturismo on tour” a Bari il primo appuntamento sul turismo made in Puglia

L’assessore Loredana Capone: “Il turismo pugliese deve diventare un motore di sviluppo economico”

giovedì 02 Marzo 2017

“Federturismo on tour” approda nella sede di Confindustria Bari BAT per il primo di una serie di incontri che la Federazione organizza sul territorio, per condividere iniziative, illustrare progetti e per ampliare il confronto costante e costruttivo con gli associati. E’ stata l’occasione per fare il punto sulle relazioni industriali, sul CCNL di Federturismo e sui progetti avviati in materia di turismo e sostenibilità,  e per illustrare le normative regionali in materia turistica e i fondi strutturali e le strategie di formazione per lo sviluppo del turismo cinese in Puglia. l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, intervenendo dopo i saluti di Massimo Salomone, Presidente della Sezione Turismo di Confindustria Bari BAT e di Francesco Garofalo, presidente della Sezione Turismo di Confindustria Basilicata, ha ricordato quanto straordinaria sia questa stagione per la Puglia e quanto il turismo pugliese sia motore dello sviluppo economico del nostro territorio. L’assessore Capone ha anche fornito qualche dato: “Gli arrivi crescono del +7% rispetto al 2015 e i pernottamenti del +4%. A trainare l’andamento complessivo è stato soprattutto l’incremento dall’estero (+14,9% gli arrivi, +10,1% le presenze). In questo scenario positivo si apre  adesso una nuova fase per il turismo in Puglia, con il varo in Giunta regionale del Piano strategico del Turismo Puglia365, presentato in bozza al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, già il 27 Luglio 2016 a Roma.  La Puglia è la prima regione italiana a sviluppare un Piano, per il quale la Regione ha impegnato per i primi tre anni 36 milioni di euro sulla misura 6.8 del P.O Fers 2014/20 destinati alla promozione, all’accoglienza e all’innovazione, soprattutto di prodotto; e per il 2017 è già esecutiva la delibera per dodici milioni di euro. Altre risorse saranno negoziate con gli assessorati allo Sviluppo Economico, alle Infrastrutture e Trasporti e alla Formazione per progetti comuni che riguardano lo sviluppo del turismo. Perché il turismo possa incidere effettivamente sulla crescita economica e sociale dobbiamo fare un grande lavoro. I punti di criticità emersi dalle indagini fatte e dalla riflessione per la costruzione del Piano strategico si possono sintetizzare con una  curva dei flussi ancora troppo stagionale e la necessità di realizzare servizi e prodotti turistici innovativi e di qualità. Le azioni concrete riguardano, oltre alla promozione, soprattutto l’accoglienza, la formazione e le infrastrutture. Per l’accoglienza  - ha ricordato la Capone - abbiamo già sperimentato un sostegno concreto all’attività dei comuni con il progetto  In Puglia 365. Le attività di animazione del progetto  hanno favorito il turismo di bassa stagione con effetti diretti sui 76 comuni (il 30% del totale) che tra ottobre e dicembre 2016 hanno aderito all’iniziativa. Arrivi e presenze sono aumentati del +6% circa (dati provvisori) da ottobre a dicembre rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e la componente straniera del +21% e +14%. Il turismo può diventare un motore dello sviluppo economico e dell’occupazione. Se sapremo lavorare bene, e Federturismo può avere un ruolo importante in questo impegno, avremo colto un’occasione unica di sviluppo economico che ci consentirà anche di creare occupazione e di intercettare nuovi finanziamenti, sia pubblici che privati”.

 

Paola Pagone

TAGS: Confindustria Bari BAT | Loredana Capone | Massimo Salomone | Francesco Garofalo | Turismo | Attività Culturali | Sviluppo Economico |

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie