5 e 6 febbraio, weekend all’insegna della natura per la Giornata Mondiale delle Zone Umide 2017

Tante le iniziative anche in Puglia firmate Legambiente

venerdì 03 Febbraio 2017

In occasione della Giornata Mondiale delle Zone Umide, ricorrenza del 2 febbraio in cui, nel 1971, venne firmato l’accordo internazionale che ha permesso di identificare le più importanti aree umide del mondo, Legambiente ha organizzato, in tutta la Penisola e per tutto il weekend, tante iniziative tese a valorizzare “stagni, paludi, torbiere, bacini naturali e artificiali permanenti. Il focus dell'edizione 2017 della Giornata “Le zone umide aiutano a far fronte agli eventi meteorologici estremi” sottolinea, tra le tante, un'altra fondamentale funzione di questi ambienti: contrastare gli effetti degli eventi metereologici estremi. Le zone umide hanno, infatti, la capacità di assorbire acqua e proteggere i territori dalle piene. Non ultimo, sono luoghi di grande bellezza, l'ideale per gli appassionati di escursionismo e birdwatching. Previste attività escursionistiche, avvistamenti avifaunistici, visite guidate, attività di educazione ambientale e di valorizzazione del sistema naturale e di biodiversità del territorio al fine di far scoprire ricchezze naturalistiche come la Riserva Naturale dello Stato della Salina di Margherita di Savoia, i Bacini di Ugento (Parco Regionale Litorale di Ugento), la Palude dei Foggi (Parco Regionale Isola di S. Andrea e litorale di Punta Pizzo), la Palude del Conte - Spunnulate di Torre Castiglione (Riserva Regionale Palude del Conte e duna costiera), La Salina Grande (Riserve Naturale Orientate del litorale tarantino orientale), la Sacca Orientale Laguna di Lesina Riserva dello Stato.

 

Redazione Controradio

TAGS: Legambiente | giornata mondiale delle zone umide 2017 | puglia | 2 febbraio | controradio

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie