A Bari lotta al degrado nel quartiere Libertà

Operazione-sicurezza con l’installazione di 1.500 lampioni

venerdì 03 Febbraio 2017

Arriva la prima risposta del Comune di Bari per il quartiere Libertà, con un piano speciale per combattere degrado, rapine e baby gang che seminano il panico tra residenti e passanti. Sono diversi infatti i provvedimenti che il sindaco di Bari Antonio Decaro ha incaricato agli uffici comunali di adoperare. Primo fra tutti l’installazione di 1500 luci, di cui circa mille sospensioni al centro delle strade e 500 luci su palo, che illumineranno diverse strade attualmente buie e poco sicure, ovvero il rettangolo urbano compreso tra via Quintino Sella, Brigata Bari, Brigata Regina, corso Vittorio Emanuele e corso Italia. I nuovi corpi illuminanti, che saranno installati con un intervento di 700mila euro circa, avranno una potenza luminosa maggiore, e un risparmio energetico notevole. Ma insieme a questo intervento di illuminazione il sindaco Decaro ha predisposto nuove strategie di qualifica del quartiere, come previsto nel piano dedicato alle periferie. Si effettueranno dunque la riqualifica dei marciapiedi, la pedonalizzazione allargata in piazza Redentore e in via Martiri d’Otranto, il raddoppio degli spazi di Porta Futuro nell’ex manifattura, il rinforzo dei controlli della polizia municipale, e in ultimo il posizionamento dei primi posacenere in via Manzoni, installati da Amiu e Assessorato all’Ambiente. “Con interventi come questo, apparentemente di poco conto, si può cambiare il volto di un quartiere e migliorare concretamente la vita delle persone” - ha affermato il primo cittadino - La nostra attenzione sul quartiere Libertà è massima [...] perché siamo convinti che abbia straordinarie potenzialità urbanistiche e sociali”.

Micaela Cavestro

TAGS: Bari | quartiere Libertà | sicurezza | progetto periferie | illuminazione | Antonio Decaro | Controradio | Controweb | Sempre sul pezzo

Potrebbe interessarti...

Ultime Notizie