NOTIZIARIO H 13:00 DEL 22 FEBBRAIO 2018

giovedì 22 Febbraio 2018

Attualità

 

Consegnati a Bari dall’azienda produttrice i nuovi autobus dell’amtab che sono già su strada dai primi giorni del 2018. Dotati di tornelli per fermare chi non paga il biglietto sbarrando il passaggio in base alla sua obliterazione, telecamere, cabina autista rinforzata antisfondamento, gps e contapasseggeri. “I primi 54 sono arrivati, gli altri 10 - assicura Decaro - saranno pronti entro l'estate”. Sono i nuovi bus 'made in Turchia' acquistati per rinnovare il parco mezzi. “Adesso abbiamo 64 autobus acquistati grazie ai 12 milioni di finanziamento del governo - ha concluso il sindaco - La maggior parte sono a metano, altri a gasolio Euro 6 e tutti sono dotati di un tornello per accedere a bordo. Spero in questo modo di recuperare il tempo perso per offrire finalmente alla città un servizio all’altezza dei bisogni, decisamente più efficiente che in passato". Nella giornata del 21 febbraio, il primo cittadino ha voluto testare personalmente i nuovi autobus per chiedere un giudizio direttamente alle persone che ogni giorno ci lavorano o li utilizzano per spostarsi. Il sindaco ha postato il video del suo 'sopralluogo' a bordo sulla sua pagina Facebook. "Ora - afferma il primo cittadino - dobbiamo concentrarci sui nuovi finanziamenti regionali per avere più chilometri e accorciare definitivamente i tempi di attesa delle corse".

 

“Il Castello delle parole nasce con l'intento di sviluppare applicazioni in ambito terapeutico. In questo caso, bambine e bambini coinvolti nel trattamento, potranno utilizzare un gioco formato da vari livelli e gradi di difficoltà da superare". Queste le parole di Pietro Fanelli uno dei tre inventori dell’app, insieme alla logopedista Chiara Lavopa e l’esperto di informatica Giacomo Pennacchia. La Regione Puglia ha promosso questo progetto un mese fa quando tutto era ancora in fase sperimentale. Successivamente l’app è stata approvata. Il gioco consiste in alcune prove che i bambini dai 5 ai 7 anni dovranno superare con l’aiuto di un maghetto che diventerà la loro guida nel linguaggio.

 

 

Politica

 

Nella giornata di oggi il Consiglio dei ministri varerà una riforma, forse l'ultima di questo governo, che potrebbe provocare qualche frizione nel centrodestra, soprattutto tra le file della Lega e di Fratelli d'Italia. E lo farà, quasi certamente, senza prendere in considerazione le richieste di modifica arrivate dalla commissione Giustizia del Senato. La riforma è quella dell'ordinamento penitenziario voluta dal ministro della Giustizia, Andrea Orlando, e arriva a 40 anni dall'ultimo intervento in quest'ambito. Nello specifico si tratta di un decreto attuativo del governo che ha avuto il via libera preliminare del Consiglio dei ministri il 22 dicembre scorso, poi è passato a Camera e Senato per i pareri, non vincolanti, delle commissioni; e ora torna in Cdm, come ha annunciato nei giorni scorsi lo stesso premier Gentiloni anche per spegnere le voci su una possibile 'archiviazione' del provvedimento. Anche Michele Laforgia, candidato indipendente alla Camera per "Liberi e Uguali", ha voluto esprimere il suo parere in merito: "La nostra attenzione continua ad essere rivolta ai diritti dei detenuti, ultimi fra gli ultimi, soprattutto in campagna elettorale. Domani nel Consiglio dei Ministri si discuterà della riforma delle carceri, che ci auguriamo venga approvata in via definitiva e per questo aderiamo alla mobilitazione dei Garanti dei Detenuti. Non vi è certezza della pena se non nel rispetto del dettato costituzionale. Il carcere non può essere solo segregazione e sofferenza, deve garantire dignità e diritti, contribuire al recupero e al reinserimento, diminuire il disagio delle famiglie incolpevoli. Chi commette reati deve essere punito, ma se i detenuti non hanno futuro non c'è maggiore sicurezza, solo istigazione alla recidiva. Il Governo deve fare la sua parte: non buttate la chiave, buttate chi specula sul dolore degli altri".
 

 

Il Centro servizi per famiglie del Libertà, gestito dalla cooperativa sociale Aliante, promuove un laboratorio per la realizzazione di orti verticali tenuto dagli esperti della masseria “Terra d’incontro”, di Casamassima. Dal prossimo 1 marzo, inoltre, con cadenza bisettimanale, la struttura offrirà uno sportello di supporto psicologico. L’impegno dell’assessorato al Welfare e della rete dei presidi educativi territoriali continua così non soltanto nell’ambito delle attività dei Centri diurni territoriali per minori, ma anche attraverso azioni mirate realizzate dai Centri servizi per le famiglie, principalmente rivolte ad adolescenti e preadolescenti con interventi educativi come quelli in programma nelle scuole del territorio con momenti di confronto e ascolto per minori, famiglie e insegnanti su affettività, sessualità, genitorialità, violenza, bullismo e dipendenze realizzati da professionisti e psicologi esperti delle dinamiche della crescita e dell’adolescenza.

 
“Movimento per la dignità della docenza universitaria” nuovo sciopero dei docenti dell’Università , studenti in rivolta.  Ascoltiamo i dettagli nel servizio di Diletta Galli:

 

 

Meteo

In chiusura uno sguardo al meteo su Terra di Bari. Cielo nuvoloso e temperature comprese tra 5 e 15 gradi. Venti moderati da Sud Est, mare poco mosso. Prevista pioggia per la giornata di domani.

Redazione Controradio