NOTIZIARIO H 13.00 DEL 14 FEBBRAIO 2018

mercoledì 14 Febbraio 2018

Politica

 

Dopo il Consiglio comunale monotematico sulla questione dell'inceneritore Newo nella zona industriale tra Bari e Modugno, conclusasi con la caduta del numero legale e con un nulla di fatto, le opposizioni tornano ad attaccare la maggioranza. Si criticano le modalità d'azione del primo cittadino e dell'assessore all'Ambiente, Pietro Petruzzelli. “È una mistificazione della realtà dire di non essersi accorti dell'inceneritore che sorgeva in città o dire che tutto questo è accaduto casualmente" - afferma Romito  di parte Mista . "È impossibile - afferma invece Michele Picaro di Forza Italia - non sapere di questi atti. È il caso che Decaro e assessore si interfacciano e che uno dei due si dimetta". Ma a difendere l’operato dell’amministrazione c’è il consigliere Vito Lacoppola, che afferma: “Come maggioranza abbiamo recepito parte delle loro richieste chiedendo di condividere un ordine del giorno unitario di tutto il consiglio che esprimesse il secco no all'inceneritore ma abbiamo ricevuto solo un secco rifiuto, in quanto l'unico intento delle opposizioni era ed è quello di strumentalizzare la questione a fini politici di bassa lega”. Conclude con un messaggio forte alle posizioni: “La tutela della salute è bene comune che non dovrebbe avere colore politico”.

 

Attualità

 

È stata annunciata per il prossimo 23 febbraio una nuova mobilitazione dei lavoratori Marozzi al fine di evitare la procedura amministrativa di licenziamento collettivo, aperta il 13 novembre 2017. Sono ancora 84 i dipendenti a rischio. Nella giornata di ieri 13 febbraio, si è tenuto l’incontro al Ministero del Lavoro con i vari sindacati ma dal confronto non sono emerse novità. I sindacati dichiarano: "Rispetto alla posizione di chiusura della Società e all’inspiegabile silenzio delle Regioni nelle quali Marozzi svolge i servizi di collegamento le segreterie nazionali hanno ancora una volta ribadito la loro disponibilità a trovare soluzioni alternative per i lavoratori coinvolti, nel rispetto dei livelli retributivi e normativi. Il confronto proseguirà il 19 febbraio in sede ministeriale".


 

Il giorno di San Valentino si prospetta uno fra i più freddi del periodo invernale, almeno da quanto risulta dall’allerta meteo della Protezione Civile, diramata dalla Prefettura di Bari. Nell’ambito del flusso perturbato atlantico che sta interessando la scena mediterranea, infatti, a partire da oggi e per le successive 24 - 36 ore, è prevista un’allerta gialla sulla Puglia centro - settentrionale, con rischio neve e temporali, e rischio idraulico - idrogeologico. La fase di maltempo sarà caratterizzata da forte ventilazione sulla Puglia meridionale e da temperature minime basse nelle zone interne della regione. Il Centro Funzionale monitorerà gli eventi fornendo aggiornamenti in merito all’evolversi della situazione meteo. La Sezione Protezione Civile invita i cittadini  ad attenersi alle raccomandazioni di sicurezza, quali prestare attenzione alla guida ed evitare le zone esposte a forte vento.

 

Eventi

Continua la settima edizione della rassegna internazionale di cinema “Registi fuori dagli sche[r]mi”, con la proiezione di uno dei film italiani più discussi e sorprendenti dell'anno: Veleno di Diego Olivares. Evento di chiusura dell'ultima Settimana della Critica del Festival di Venezia, il film sarà proiettato domani giovedì 15 febbraio alle 20:30 presso il Cineporto di Bari. La regia di Olivares snoda una narrazione serrata eppure piena di emozioni, a cui contribuisce la favolosa colonna sonora di Enzo Gragnianiello. Con un cast d'eccezione che vede tra i protagonisti Luisa Ranieri, Massimiliano Gallo e Salvatore Esposito, il film, ambientato nella terra dei fuochi, si basa su una storia vera, ed è un intreccio struggente tra storia d'amore, denuncia dell'inquinamento e delle collusioni tra camorra e politica, inno alla terra e al suo retaggio. Intervenuto ai microfoni di Controradio Luigi Abiusi, direttore artistico di Registi fuori dagli Sche[r]mi e direttore di Uniza.it, trimestrale online di cultura cinematografica. Ascoltiamo le sue parole:

 

Calcio

La rivincita di Luca Marrone. «La rabbia dei tifosi è la stessa che ho provato quando il mister mi ha sostituito con l’Empoli e sono stato fischiato. Ci sono  rimasto male, ma era giusto così perché la prestazione non era stata buona. Avrei voluto giocare  col Venezia ma ero squalificato. Sono rientrato col Frosinone e insieme con i compagni abbiamo dato una dimostrazione di cuore e di orgoglio. Personalmente cerco di dare sempre il massimo in tutti i ruoli, ma in difesa sto trovando una certa continuità e mi piacerebbe non cambiare. Ci sono tanti miei compagni come Petriccione che possono giocare a centrocampo». Toccherà proprio a Petriccione infatti sostituire a centrocampo lo squalificato Basha. Certo anche il ritorno dall’inizio del colombiano Tello, al posto di Busellato. Per il resto confermato il Bari che ha battuto il Frosinone. Intanto dura presa di posizione a parte dell’ Ordine dei Giornalisti, Assostampa e Ussi Puglia nei confronti del Bari. "Il presidente del Fc Bari, Cosmo Giancaspro, in un appello ai tifosi diffuso nei giorni scorsi, fa riferimento ad una incredibile strumentalizzazione di alcune vicende e di indebita diffusione di ipotesi, congetture, illazioni e opinioni circa le recenti partite svolte dalla squadra del Bari. Ordine dei giornalisti, Assostampa Puglia e Ussi Puglia si augurano che il presidente Giancaspro non si riferisse agli organi di informazione, i quali sempre più spesso,  anche a causa di accuse generiche lanciate dalle società di calcio,  stanno diventando il bersaglio preferito di attacchi volgari e minacce sui social network. Ci auguriamo, altresì, che il presidente del Bari voglia piuttosto sostenere una battaglia a difesa dei giornali e di chi ci lavora".  

 

Meteo

In chiusura uno sguardo al meteo su Terra di Bari. Cielo sereno con lievi precipitazioni e temperature comprese tra i 7 e 10 gradi. Venti moderati da Nord-Est, mare mosso. Cielo nuvoloso e precipitazioni previste per la giornata di domani.

 

Redazione Controradio