NOTIZIARIO H 13.00 DEL 22 NOVEMBRE 2017

mercoledì 22 Novembre 2017

Sanità 
Si è parlato perlopiù di sicurezza nei presidi ospedalieri e guardie mediche e di contenimento della spesa farmaceutica durante l’incontro avvenuto tra il presidente regionale Emiliano e la quasi totalità delle sigle sindacali dei medici ospedalieri e territoriali della Puglia, alla presenza del direttore del Dipartimento regionale delle Politiche per la salute e benessere sociale Giancarlo Ruscitti. Dopo le proteste delle scorse settimane arriva il tavolo che avrebbe riaperto un dialogo armonico tra i soggetti. “Abbiamo concordato - ha riferito Emiliano - che servono politiche di sicurezza maggiori per tutta la società pugliese, non solo per i medici. Ho chiesto al Prefetto di Bari di convocare tutti i prefetti della Regione e i rappresentanti delle Forze dell’ordine per esaminare lo stato dell’arte della sicurezza in tutte le strutture ospedaliere. Si dice soddisfatta anche la controparte - rappresentata da Cisl Medici. Si lavorerà, infatti, alla programmazione di un calendario prestabilito di incontri futuri che assicuri un dialogo costruttivo su tutte le tematiche sanitarie.

 

Un nuovo servizio di guardia medica pediatrica prenderà le mosse il mese prossimo dopo la petizione lanciata dalla community “Mamme e future mamme di Bari”, che in poche ore aveva raccolto oltre 5mila firme. Ad annunciare la notizia il direttore della Asl Bari Vito Montanaro, confermata dal governatore pugliese Emiliano. “Garantire una guardia medica pediatrica gratuita h24 è un segno di civiltà e di rispetto verso i nostri bambini”; questo l’appello di Benedetta Maffia, fondatrice dell’associazione che riunisce le mamme baresi. Lo Scap - servizio di consulenza pediatrica ambulatoriale - sarà attivo gratuitamente sabato, domenica e festivi dalle 8:00 alle 20:00 negli ospedali che già ospitano il reparto di Pediatria e nei comuni con più di 50mila abitanti. Scap è già attivo a Brindisi e Taranto. A Bari il primo ospedale ad avviarlo sarà il Giovanni XXIII, al quale seguiranno altre sei sedi: quartiere San Paolo, Altamura, Monopoli, Corato, Molfetta e Bitonto. “A Foggia - ha annunciato Emiliano - si comincia come Bari il primo dicembre, a Lecce a inizio gennaio”.

 


Attualità
Un assaggio del giardino all’aperto che a breve verrà ospitato sul terrazzo dell'Ex Mercato del pesce e di alcuni ambienti ultimati del teatro Margherita è quello che ieri ha fatto la differenza durante il sopralluogo del sindaco Decaro e dell’assessore Maselli presso il nascente Polo delle arti contemporanee che comprende, appunto, lo splendido teatro Margherita, la sala Murat e il Mercato del Pesce. Recupero e valorizzazione di luoghi storici della memoria barese in una zona centralissima e, di conseguenza, strategica che offriva e continuerà presto ad offrire anche una vista mozzafiato e ricca di suggestione dai loro piani alti. “Oggi possiamo finalmente dire ai baresi - ha detto Decaro entusiasta - che questi spazi torneranno a vivere”. Infatti, i lavori dovrebbero terminare entro l’estate del 2018; nel frattempo, avvisa Silvio Maselli, “la ripartizione Culture pubblicherà una gara per la concessione in uso pluriennale dei due contenitori, sulla base di un piano di gestione a cui stiamo lavorando, così che, entro la fine del 2018, avremo individuato un soggetto gestore”.

 

 

Eventi
Si chiama “Generare culture nonviolente” e prende il via oggi per proseguire fino al 30 novembre con una serie di appuntamenti quotidiani che dicono ‘no’ alla violenza di genere per il quinto anno consecutivo. La manifestazione, promossa dal comune di Bari, prevede performance artistiche, seminari, laboratori, spettacoli e mostre per dare voce anche al capoluogo pugliese in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, individuata il 25 novembre. Quest’anno per la prima volta, dal 27 al 29 novembre, si terrà un vero e proprio festival all’interno della più ampia kermesse, intitolato “Con il corpo e con la voce”. Destinatari principali sono soprattutto bambini e ragazzi perché la violenza è prima di tutto una questione culturale. A questa iniziativa si aggiunge anche una mostra fotografica, trenta scatti “che - spiega l’autrice Anna Santovito - denunciano ciò che una Donna è costretta a subire ogniqualvolta è vittima di violenza fisica e soprattutto psicologica”. La mostra, dal titolo “Angeli d’acciaio”, che fa probabilmente eco all’omonimo film del 2004 in cui un gruppo di donne statunitensi lotta per ottenere il diritto al voto, sarà allestita il 24 novembre presso il centro antiviolenza di Bari, e il 27 novembre a Palo, in occasione dell'inaugurazione del nuovo centro antiviolenza cittadino.


A Bari ultimo film per la rassegna “Visioni di Periferia”. Domani al quartiere San Paolo “Il più grande sogno” - regia di Michele Vannucci - con l’intervento del Garante regionale dei detenuti Piero Rossi. Tira così le somme il progetto della Fondazione Giovanni Paolo II che, nel suo Centro Multimediale Karol, ha proposto per circa tre mesi una rassegna con otto titoli d’autore su temi sociali e di integrazione culturale, laboratori di didattica dell’immagine, un Festival delle periferie, spettacoli e workshop di Circo sociale. L’ultimo appuntamento cinematografico, alle 18 con ingresso sempre gratuito, è una storia che parte dal carcere e segue la strada impervia del reinserimento. “Il progetto - ha detto la coordinatrice Stefania Monopoli - ha intercettato trasversalmente tutte le fasce di età e di estrazione sociale, con l'importante partecipazione di under 30 e donne. Si è innescato un processo di avvicinamento del centro alla periferia, puntando i riflettori sulla bellezza, sulla creatività e sui talenti di chi vive in periferia, in senso topografico ma soprattutto esistenziale”.

 

 

Calcio Bari
Patto tra i tifosi per convincere la Questura di Bari a revocare il divieto di trasferta per i sostenitori foggiani. Oggi i rappresentanti delle due Curve, gli Slogan di Bari e Foggia unitamente ai delegati dei club per i rapporti con i gruppi organizzati saranno ricevuti dal Questore di Bari Carmine Esposito. La speranza è di avere il via libera per 1.300 posti del settore ospiti. Prevista anche una riunione in Prefettura del Gos, il gruppo operativo speciale.  La partita è ritenuta al alto rischio per l’ordine pubblico in virtù della rivalità fra le due tifoserie. Cresce intanto la febbre biancorossa del derby. Ieri sera risultavano venduti 4.743 biglietti, 3.400 in più nel giro di un giorno. Tutto lascia prevedere che, ogni caso, domenica sugli spalti del San Nicola accorreranno in trentamila o poco meno.
 


Meteo
In chiusura uno sguardo al meteo su Terra di Bari. Cielo sereno o poco nuvoloso e temperature comprese tra 7 e 17 gradi. Venti deboli da Sud Ovest, mare calmo. Situazione invariata per la giornata di domani.