NOTIZIARIO H 13.00 DEL 07 AGOSTO 2017

lunedì 07 Agosto 2017

Attualità

Rischiano di perdere il posto circa 500 dipendenti del Gruppo Bosch su 1900 già da prima della pausa estiva. Direttive che arrivano dal capo dello stabilimento barese Uwe Mang dopo lo stop a modifiche del piano di crisi. La Regione sta cercando un compromesso con l’azienda per ridurre il peso dei sacrifici sui dipendenti. La soluzione più percorribile tra il gruppo e i sindacati sembrerebbe un accordo con i rappresentanti dei lavoratori per ridurre l’orario lavorativo da 40 a 30 ore settimanali nell’arco di cinque anni.Attualmente  Bosch non ha dato garanzie per quanto riguarda il cambio di produzione e le integrazioni di nuove attività. L’incontro tra Regione, azienda e sindacati potrebbe concretizzarsi già a metà settimana per cercare una soluzione che eviti la rottura delle relazioni.

 

“È necessario mettere a punto una strategia condivisa per prevenire e contrastare ogni forma di violenza in danno dei minori, fenomeno purtroppo diffuso, come testimoniano i gravi episodi di cronaca delle ultime settimane, ma ancora sommerso”. Parole dell’assessore regionale al Welfare Salvatore Negro che ha convocato per domani nella sede regionale di Via Gentile i rappresentanti delle istituzioni competenti in materia: Procura ordinaria e minorile di Bari, Questura, Garante regionale per l'infanzia e l'adolescenza, Ufficio scolastico regionale, Asl e Comune di Bari. “La convocazione della task force anti-violenza – ha spiegato l’assessore Negro – era già stata calendarizzata per la fine di agosto. Tuttavia i gravi episodi degli ultimi giorni ci impongono un incontro urgente con le istituzioni territorialmente competenti per raccordare e coordinare le azioni in campo”.

 

Università degli Studi di Bari ha recentemente vinto l’avviso pubblico per le sperimentazioni delle reti 5G. L’idea prevede lo sviluppo di servizi innovativi, tramite la nuova tecnologia ultraveloce, atti ad incidere sull’accrescimento del territorio. Il servizio è di Fabrizio Ravallese:

 

 

Eventi

 

Il 9 Agosto torna a Polignano a Mare la serata-evento  “Meraviglioso Modugno”, alla sua VII edizione, dedicata all’artista pugliese più famoso del Mondo. Nata da un’idea di Antonio Princigalli e Maria Cristina Zoppa nel 2011, dopo le prime due edizioni al Teatro Petruzzelli di Bari, Il Comune di Polignano a Mare ha deciso di organizzare l’evento in una delle Città di mare più belle in Italia e nel Mondo. Il Sindaco Domenico Vitto ha voluto poi fortemente l’istituzione del Premio Città di Polignano a Mare che nelle ultime quattro edizioni ha visto come protagonisti Beppe Fiorello nel 2013, Luca Bianchini nel 2014, Franco Migliacci nel 2015 e Riccardo Scamarcio nel 2016 come artisti che con i loro progetti hanno onorato la Cultura e la Bellezza della Città e della Memoria del suo Cittadino più illustre. Anche quest’anno “Meraviglioso Modugno” sarà in piazza Aldo Moro: l’appuntamento è per mercoledì 9 agosto alle ore 21:30 (ingresso libero). Il tema di questa edizione di Meraviglioso Modugno sarà un messaggio di speranza per i giovani e per chi sceglie l’Italia come “casa”. La serata sarà dedicata alla prospettiva di “Un sogno possibile” per l’Italia e per il Mondo che fu alla base della “visione artistica” di Modugno nell’estate di 60 anni fa. Il “sogno” di Domenico Modugno sarà interpretato quest’anno da Arisa, Ex-Otago, Fabrizio Moro, Federica Carta, Marianne Mirage, Ron, Syria & Tony Canto. Questi i primi nomi del cast che riserva ancora qualche sorpresa; nuovi nomi saranno comunicati nei prossimi giorni insieme al Premio Città di Polignano a Mare che mai come quest’anno abbraccia a pieno il senso profondo del tema scelto.

 

 

Calcio

 

Due goal di Galano regalano il successo al Bari nella prima gara ufficiale della stagione contro il Parma, valevole per la Tim Cup. I dettagli nel servizio di Miriam De Marco

 


Meteo


In chiusura uno sguardo al meteo su Terra di Bari. Cielo sereno con temperature comprese tra i 24 e i 35 gradi. Venti deboli da Nord Ovest, mare calmo. Cielo sereno previsto per la giornata di domani.

Redazione Controradio