NOTIZIARIO H 13.00 DEL 4 LUGLIO 2017

martedì 04 Luglio 2017

Attualità

 

Dopo la tragica notte di Torino, costata la vita di una ragazza e 1.500 feriti, il Viminale alza l’asticella di attenzione sulla sicurezza di eventi e manifestazioni pubbliche. Una legge definita troppo rigida, che rischia di rimanere su carta, sia per la complessità delle procedure, sia per l’innalzamento dei costi. Nel dettaglio, il ministero degli Interni, nelle scorse settimane, ha riscritto le regole più restrittive, per la gestione degli eventi pubblici distinguendo tra: “safety”, responsabilità di Comune, Vigili del fuoco, polizia municipale, prefettura, organizzatori; e “security”, compito esclusivo delle forze dell’ordine. “L’impatto dei provvedimenti è fortissimo, Si va dalle corse per i runner, fino ad arrivare alle piccole processioni. Si tratta di eventi organizzati da fondazioni, associazione, enti pubblici che hanno difficoltà a scaricare i costi sull’organizzazione”. Queste le parole del Sindaco di Bari, Antonio Decaro, che spiega il possibile rischio di perdere manifestazioni importanti e rincara la dose spiegando: “Occorre anche distinguere di chi sono le responsabilità, con comportamenti uniformi su tutto il territorio nazionale”. Decaro chiede quindi regole certe: “ Il capo della polizia, Franco Gabrielli, non può mandare una circolare ai prefetti e tener fuori i sindaci, che sono i rappresentanti della comunità all’interno delle quali si tengono gli eventi- e conclude con amarezza- le manifestazioni a pagamento l’aumento dei costi di sicurezza si scaricano sul costo del biglietto, se invece si tratta di un evento gratuito l’incremento dei costi per la sicurezza cade sull’organizzazione e quindi sul comune che non ha tali risorse a disposizione così però la daremo vinta a chi ci vuole spaventare”.

 

 

La Regione Puglia dice sì alla legge di partecipazione popolare. Emiliano: “ Dà l’idea della politica di centrosinistra in Puglia”. I dettagli nel servizio di Adriana Ranieri 

 

 

A due mesi esatti dall’81esima campionaria, la Fiera del Levante naviga in tempesta. Gran pasticcio per il patto con la newco - Camera di Commercio di Bari e Fiera di Bologna -  per la gestione della nostra fiera, che non è ancora stato raggiunto. La data per chiudere l’accordo è slittata nuovamente, e adesso si cercano certezze. Per questa ragione il governatore pugliese MIchele Emiliano e il primo cittadino Antonio Decaro, rappresentanti dei due principali soci della fiera, hanno convocato un incontro con le sigle sindacali. È stato chiarito che, se l’intesa con Bologna non sarà portata a termine, si usufruirebbe del sistema pubblico. “Ci sono stati dei piccoli problemi che hanno portato a dei rinvii legali [...] ma adesso abbiamo rassicurato il personale e i sindacati. Questa è stata l’occasione per annunciare insieme alla Regione il nostro intento di investire ancora sulla Fiera” - hanno spiegato Emiliano e Decaro.

 

 

Il Ministero della Difesa ha concesso la cessione di due aree del Demanio militare al plesso dell’ex Caserma Rossani nel quartiere Carrassi di Bari. Nei prossimi giorni sarà stipulato il contratto di permuta tra l'amministrazione e l'Agenzia del Demanio. Tale acquisizione è fondamentale come spiega l’assessore ai Lavori Pubblici  Giuseppe Galasso: “ i due spazi di circa 470 mq che si affacciano su via Giulio Petroni consentiranno di realizzare tutti gli interventi necessari ad attivare l’accesso al parco urbano nell’ex Caserma Rossani anche da via Giulio Petroni, attraverso due sbocchi alle estremità dell’edificio. I cittadini, quindi, potranno attraversare gli spazi pubblici da una parte all’altra, a vantaggio anche di maggiori condizioni di sicurezza per tutti.”

 

 

 

 

Eventi

 

“Quel ponte unì l’Italia”, intreccio fra storia e amicizia. Domani 5 luglio, presso il Museo Civico di Bari, sarà presentato il libro sulla costruzione del ponte canale dell’Acquedotto Pugliese. Ai microfoni di Controradio l’autore Vito Palumbo. Ascoltiamo le sue parole

 

 

 

Meteo

In chiusura uno sguardo al meteo su Terra di Bari. Cielo poco nuvoloso, con temperature comprese tra 20 e 28 gradi. Venti forti da Nord-Est, mare poco mosso. Previsto cielo sereno nella giornata di domani.

 

 

Redazione Controradio